MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Pomodoro da mensa: agronomia e tecniche colturali

Collapse
X
 
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • #61
    Originalmente inviato da Arkans Visualizza messaggio
    Il pomodoro presenta una parte legnosa non maturata, di colore biancastro ovviamente immangiabile. La parte sana del frutto è commestibile anche se non ha il "solito" gusto dolce.

    Sono state colpite le varietà: Tondo classico, Cuor di Bue(molto gravemente), Datterini (anche se in maniera molto lieve) e Romano. Tuttavia le piante di pomodoro da industria nel campo sembrano non aver subito nulla di strano.

    Tutte le piante sono irrigate a goccia. Abbiamo fatto trattamenti con verde rame e insetticida (Meteor) quando c'è stato un forte attacco di afidi per le troppe piogge. Le piante non hanno MAI preso un chicco di grandine.

    Aiutatemi
    Sembrano ustionati. E' abbastanza ombreggiato il frutto?

    Commenta


    • #62
      Mi è stata diagnosticata sia una batteriosi e sia l'ustione da sole. Per la prima ho provveduto con un forte trattamento a base di rame come suggerito (un pò più "carica" la soluzione rispetto a quella che facevo precedentemente) e per la seconda ho provveduto a mettere della rete ombreggiante sul lato delle piante che manifestava quel danno, proprio il lato esposto a sud-ovest infatti. Ora sto ben sperando che si riprendano...

      Commenta


      • #63
        sono comparse delle strane macchi color giallo sui miei pomodori.ho provato a cercare in internet, ma senza fortuna.di cosa si tratta?io generalmente i pomodori non li tratto

        questa è un'altra foto...oltre alle macchie compaiono anche delle rughe su questi due pomodori.la cosa strana è che ci sono pomodori sani e altri con queste maculature.
        Attached Files
        Ultima modifica di

        Commenta


        • #64
          Sembrerebbe la bronzatura del pomodoro.
          Hai avuto un'attacco di tripidi?

          Commenta


          • #65
            non saprei dirtelo.qualore fosse quello che hai detto come dovrei procedere?

            Commenta


            • #66
              Ormai è tardi.
              La prossima annata conviene che presti attenzione durante le prime fasi vegetative.

              Commenta


              • #67
                Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio
                Ormai è tardi.
                La prossima annata conviene che presti attenzione durante le prime fasi vegetative.
                quali sono i primi sintomi?cosa devo usare per prevenire questa malattia?

                Commenta


                • #68
                  Originalmente inviato da grupel Visualizza messaggio
                  quali sono i primi sintomi?cosa devo usare per prevenire questa malattia?
                  sono questi:tripidi
                  http://www.kollant.it/public/images/...de/tripidi.jpg

                  Dovevi fare un trattamento per evitare che veicolino la malattia.
                  Se ti capita da anni è infetto il terreno.
                  Devi scegliere varietà resistenti.

                  Commenta


                  • #69
                    Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio
                    sono questi:tripidi
                    http://www.kollant.it/public/images/...de/tripidi.jpg

                    Dovevi fare un trattamento per evitare che veicolino la malattia.
                    Se ti capita da anni è infetto il terreno.
                    Devi scegliere varietà resistenti.
                    ho capito.che tipo di trattamento devo fare?e quando?grazie

                    Commenta


                    • #70
                      Originalmente inviato da grupel Visualizza messaggio
                      ho capito.che tipo di trattamento devo fare?e quando?grazie
                      Trattamento insetticida.
                      Alla comparsa dei tripidi (prima della prima fioritura già puoi avere degli attacchi).

                      Commenta


                      • #71
                        Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio
                        Trattamento insetticida.
                        Alla comparsa dei tripidi (prima della prima fioritura già puoi avere degli attacchi).
                        ne basta uno o devo farne più di uno?devo trattare anche dopo la fioritura?grazie mille

                        Commenta


                        • #72
                          Il problema è proprio la fase durante la fioritura.
                          Può succedere che il trattamento pre-fioritura non sia sufficiente a garantire una completa copertura.
                          Può darsi che risolvi oppure che sei costretto a dover fare un nuovo trattamento.

                          Commenta


                          • #73
                            Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio
                            Il problema è proprio la fase durante la fioritura.
                            Può succedere che il trattamento pre-fioritura non sia sufficiente a garantire una completa copertura.
                            Può darsi che risolvi oppure che sei costretto a dover fare un nuovo trattamento.
                            ah ok.ultima domanda e poi non ti assillo più.come prodottocosa posso usare?vanno bene prodottia abase di piretro o azadiractina?

                            Commenta


                            • #74
                              Originalmente inviato da grupel Visualizza messaggio
                              ah ok.ultima domanda e poi non ti assillo più.come prodottocosa posso usare?vanno bene prodottia abase di piretro o azadiractina?
                              Io usavo altri principi attivi.
                              Non so se i principi attivi da te menzionati sono sistemici.
                              Altrimenti rischi di trovarti le piante invase durante la fioritura e sarai costretto a dover trattare rischiando di compromettere i fiori.

                              Commenta


                              • #75
                                Buongiorno , scrivo per chiedere un consiglio . Premesso che negli ultimi anni i miei pomodori ( diverse varietà coltivate in terreno argilloso con pacciamatura e irrigazione a goccia - posizione dell' orto sempre diversa ) hanno presentato sempre maggiori problemi, morte delle piantine già da luglio, produzione 10 volte inferiore a quella di 6-7 anni fa, varie alterazioni e patologie, ho adottato un rimedio estremo : nessuna irrigazione dall' attecchimento in poi e nessuna cimatura. Ora le piante sono sane, vigorose , disordinate e cariche di pomodori . Come accorgersi di una eventuale carenza idrica visto che ora , a parte pochissime foglie gialle in basso tutto sembra procedere senza alcun problema ? Non vorrei spezzare l' incantesimo aprendo l' acqua senza necessità ( toccando il terreno sarei tentato - è asciutto almeno per i primi 20 30 cm ) ma non conosco le reazioni delle piante alla siccità !

                                Commenta


                                • #76
                                  Originalmente inviato da mimusk Visualizza messaggio
                                  ma non conosco le reazioni delle piante alla siccità !
                                  Se le foglie tendono a chiudersi, la pianta soffre per mancanza d'acqua.
                                  se le foglie solo aperte e distese non soffre la mancanza d'acqua.
                                  Puoi fare delle foto?

                                  Commenta


                                  • #77
                                    Ecco i pomodori " a secco "...
                                    Attached Files

                                    Commenta


                                    • #78
                                      A me sembrano godere di ottima salute!
                                      Probabilmente gli scorsi anni i problemi erano dovuti all'eccessiva irrigazione (che in terreni argillosi provoca dannosi ristagni) ed a cimature non opportunamente "curate" che possono trasformarsi in un veicolo per diverse patologie.

                                      Commenta


                                      • #79
                                        Altro anno, altro problema



                                        Uploaded with ImageShack.us

                                        Ricercando in internet e nella guida che è stata postata su questo thread (http://www.sardegnaagricoltura.it/in...580&v=2&c=3535) ho diagnosticato l'arrotolamento fogliare che, stando sempre alla guida e al web, deriva da un eccesso di salinità nel terreno.

                                        Il problema è che non so come arginare questo problema perché nell'orto di casa, su 20 piante, solo 2 presentano questi sintomi mentre in un altro orto fuori sede tutte le piante rampicanti sono state colpite e adesso sono in uno stadio critico. Non so come gestire l'irrigazione ora (faccio bene a dare acqua o li stresso di più?). Ho sempre fatto ricorso ad irrigazione a goccia, ho trattato le piante con dei prodotti rameici sistemici, dei fungicidi e anche insetticidi contro gli afidi.

                                        Qualche consiglio?

                                        Commenta


                                        • #80
                                          Mancanza d'acqua o ragnetto rosso.
                                          Se consideri che il ragnetto rosso prolifera nelle coltivazioni aride...............

                                          Commenta


                                          • #81
                                            A me sinceramente sembra strano soffrano di mancanza d'acqua questi perché l'irrigazione è piuttosto regolare, anzi, è possibile ciò sia dovuto ad un eccesso idrico oltre, come scritto nelle varie guide, ad un eccesso di azoto nel terreno? Perché l'irrigazione a goccia bagna parecchio e la facevo andare per 10-15 minuti ogni 2 gg...

                                            Ed esiste un rimedio oppure ormai bisogna rassegnarsi a questo stadio?

                                            Commenta


                                            • #82
                                              Andiamo per gradi.
                                              se al mattino presto (05.00) le foglie sono più aperte,probabile che sia mancanza d'acqua.
                                              Se sono chiuse potrebbe ragnetto rosso.
                                              Stacca alcune foglie e recati presso una farmacia agricola.
                                              Con la lente vedranno se c'è ragnetto.

                                              Commenta


                                              • #83
                                                Originalmente inviato da luca90 Visualizza messaggio
                                                Anch' io ho sempre effettuato l' eliminazione delle femminelle e le piante risulatavano più equilibrate,miglior fruttificazione e anche ordine nel filare.Qualcuno di voi ha mai avuto problemi di marciume apicale sulle varietà a perina?
                                                controllo dell'acqua devi tener sotto controllo principalmente, troppa acqua oppure troppo poca! questo in primis per ultimo potrebbe essere carenza di calcio risolvibile con trattamenti fogliari a base di codesto elemento!

                                                Commenta


                                                • #84
                                                  Ciao devi tenere lontani gli insetti che da una o piu piante ospite trasmettono le virosi al pomodoro. le piante ospite possono essere altre piante di pomodoro o altri tipi di piante poste nelle vicinanze della serra. In particolar modo gli insetti portatori di virus sono l'aleuroide delle serre ( farfallina bianca) e la frankliniella occidentalis. per prevenire e curare le infestazioni di insetti usa possibilmente batteri mirati ( in alternanza tra loro) e prodotti biologici, altrimenti sviluppano presto resistenza ai formulati di sintesi e ti riempi la serra di sostanze tossiche che fanno molto male al terreno

                                                  Commenta


                                                  • #85
                                                    salve....
                                                    scusate la mia domanda da principiante ortolano...

                                                    ma i pomodori li devo seminare in calo o crescita di luna??
                                                    o la luna non c'entra??

                                                    Commenta

                                                    Caricamento...
                                                    X