MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Mais: concimazione e diserbo

Collapse
X
 
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • #31
    Originalmente inviato da pablito Visualizza messaggio
    Ho sentito dire che c'e' un concime a lenta cessione che si chiama " formula" che usato in pre semina, a spaglio, del mais va meglio dell'entec.
    E' vero , qualcuno l'ha gia usato ?
    C'è un concime azotato(non a lenta cessione)che a parità di costo ed epoca di distribuzione nel mais,da dei vantaggi produttivi sull'entec,è l'urea.......
    Ognuno è ciò che è,non ciò che finge di essere....

    Commenta


    • #32
      distribuendo il concime a spaglio non riscio che vada disperso?l'urea ha invece il problema che evapora se non viene la pioggia?

      Commenta


      • #33
        infatti l urea di solito viene buttata prima dela passata di finitura per interrarla.

        Commenta


        • #34
          Ho poca esperienza però mi domandavo una cosina... usare un lenta cessione in semina secondo me è un errore.
          Con la moda delle semine anticipate in cui ci sono temperature basse, il lenta cessione che già di per se presenta un inibitore della nitrificazione "lavora"
          lentamente, se poi ti becchi una tempo piovoso e freddo dopo la semina, il mais non si muove propio lo vedi bello giallo.
          Il lenta cessione lo vedrei invece come un buon sostituto dell'urea, dato che in teoria dovrebbe avere un efficenza maggiore causa minore dilavazione dell'azoto. E ora con le nuove normative nitrati credo che i lenta cessione possano assumere un certo interesse.

          Commenta


          • #35
            l'urea comunque da quello che mi dicono da un certo (riscaldamento)nel terreno percui anche nelle semine anticipate dovrebbe essere l'ideale?il diserbo forse facendo 2 conti basterebbe farlo solo in post.

            Commenta


            • #36
              si pero noi in direttiva nitrati nn possimo usare l'urea in presemina , e cmq l'effetto giallo sulle fogliee' sempre passeggero, la codsa difficile nei primi stadi della cultura e' coprire il fabbisogno di fosforo, che comunque con l'innalzamnento della temperatura , ne aumenta la disponibilita stessa del fosforo
              Pre quelli come me che nn irrigano il mais , e suando cicli di mais classe 300 400 veniva comodo mettere tutto il concime subito e cio clururo potassico piu letame con aratura , 300kg x Ha di urea a spaglio tra la prima e seconda erpicatura e 150 kg x Ha triperfosfato ammonio 18/46 o se nn si trovava il 12/52 localizzato sulla fila , diserbo merilin combi +clik tr e poi in post dicamba +titus e tanti auguri
              ora c'e una bella differenza , ma solo nei costi.
              [CENTER]Gaute da suta [/CENTER]

              Commenta


              • #37
                molti in zona riguardo al diserbo in semina usano i microgetti sulla seminatrice distribuendo 30l ha di prodotto che ne dite?e' meglio usare la botte?

                Commenta


                • #38
                  per chi non irriga è giusto dare tutto prima, anche perchè se si da l'urea con la sarchiatura e poi non piove per 15-20 giorni...addio urea....

                  lascerei perdere i lento rilascio e compagnia cantando....quelli vanno meglio sul grano.


                  qui da me: 300 kg presemina 18/46, paio di quintali di cloruro, e poi se in asciutta 300 kg di urea sempre prima della semina, altrimenti se in irriguo quasi tutta con la sarchiatura.

                  diserbo? lascerei stare il localizzato, mi sono sempre trovato bene con la botte...

                  Prodotti utilizzati? secondo me ognuno deve analizzare la propria flora infestante e il tipo di terreno, è inultile generalizzare, il discorso diserbo è davvero complicato, e troppo vario da zona a zona.

                  Commenta


                  • #39
                    dj rudi, io ti do ragione x i lenta cessione, ma quando in pratica sei obbligato, cioe ti speigo , in genere noi seminiamo iniziando dall'ultima settimana di marzo a meta aprile, e il periodo giusto x la sarchiatura sarebbe verso meta maggio, quando coincide con lo sfalcio dei loietti x fare fieno e le semine dei secondi raccolti, e di tempo non e' che ne rimane molto, se aspetti il mais con i primi caldi cresce di 5 /7cm al giorno, e a volte e meglio nn sarchiarlo per non fare troppi danni, anche perche finite le seconde semine , ci si fionda tra i medicai , e poi i fieni di prati polifiti, che finiamo verso la seconda settimana di giugno, appena in tempo di tirare in po il fiato prima di inizare sulle paglie di orzo , grano , e secono taglio ect ect.... per cui ben vengano i lenta cessione...
                    [CENTER]Gaute da suta [/CENTER]

                    Commenta


                    • #40
                      Per quanto riguarda il diserbo durante la semina, qui da noi si usa moltissimo, poiché abbiamo campi piccoli; nei campi piccoli é difficile lavorare con le diserbatrici a barre larghe; se semino a diserbo con una passata pesto meno il terreno.
                      Qui pochi usano il girojet, poiché l'impianto costa molto caro; la maggior parte usa ugelli normali regolati per 100 litri/ettaro.

                      Commenta


                      • #41
                        anch'io diserbo durante la semina e mi trovo molto bene con ugelli normali a circa 80 lt/ettaro, finito di seminare finito tutto.

                        Commenta


                        • #42
                          x pablito
                          tu hai la botte sulla seminatrice , oppure hai il sollevatore anteriore?
                          [CENTER]Gaute da suta [/CENTER]

                          Commenta


                          • #43
                            scusa una domanda.se diserbo mentre semino e per 8-10giorni non piove non rischio che il diserbo sia inutile

                            Commenta


                            • #44
                              non sempre.
                              perche' in genere quando si semina e diserba contemporaneamente , l'umidita' del terreno e' sufficiente , dato che vene quasi fatto contemporaneamente alla ultima passata col rototerra.ad adsorbirlo e venire trattenuto dei colloidi, cosa che con un terreno piu asciutto , e quasi impossibile.
                              [CENTER]Gaute da suta [/CENTER]

                              Commenta


                              • #45
                                x ggyno, io ho una gaspardo 4 file con botte sopra di circa 120 lt.

                                Commenta


                                • #46
                                  Diserbo e semina contemporanea

                                  Io lavoro con macchine leggere.
                                  Trattore MF155 (60 CV, 20 quintali), seminatrice Pigoli, 550 Kg a vuoto, botte diserbo anteriore da 300 litri, che mi fa da contrappeso e da zavorra.
                                  La botte per il diserbo ha 2 piantoni rettangolari che si infilano in 2 piantoni saldati orizzontali sui fianchi del portazavorre anteriore; poi con 2 bulloni blocco i piantoni della botte con i piantoni saldati sul trattore. La pompa è elettrica, il tubo del diserbo mi passa sul parafanghi sinistro, ove c' é il manometro ed il rubinetto.
                                  Il serbatoio è piazzato in modo da non oscurare i fari anteriori.
                                  Un sistema semplice, affidabile ed economico che io monto, da solo, in meno di 2 ore.

                                  Per quanto riguarda il meteo, se non piove per 15 - 20 giorni il diserbante ha meno effetto. Inoltre non posso seminare quand c' è il vento.

                                  Pero' è anche vero che prima, con il metodo tradizionale, se aspettavo la pioggia per diserbare, se i terreni non erano asciugati bene creavo delle piste di "cemento" ove passavo con la diserbatrice, creando difficoltà per la germinazione (nelle testate) e per la sarchiatura.

                                  Commenta


                                  • #47
                                    scusa la domanda come azioni la mandata del diserbo .tramite un pulsante in cabina o si aziona da solo .grazie

                                    Commenta


                                    • #48
                                      x lupoalberto.
                                      Nella cabina ho un interruttore per accendere o spegnere la pompa, un rubinetto nel tubo di mandata ed un manometro.

                                      L' interruttore aziona un relè per far accendere o spegnere la pompa elettrica; la pompa è posta sotto il serbatoio, davanti al muso del trattore; la pompa deve girare sempre per agitare la miscela nel serbatoio, ma la spengo nei trasferimenti o nelle soste, per dare fiato all' alternatore ed alla batteria.

                                      In capezzagna, con la pompa accesa ed il rubinetto chiuso, il manometro segna 4.2 atmosfere; quando devo seminare abbasso il sollevamento, apro il rubinetto (e la pressione si abbassa a 3 atmosfere) e poi mollo la frizione del trattore e parto.

                                      Alcuni montano un micro sul sollevatore ed una elettrovalvola al posto del rubinetto; il mio sistema è economico, flessibile, ma bisogna ricordarsi nelle capezzagne di chiudere ed aprire il rubinetto; per contro, con il micro, se ti fermi troppo con la seminatrice bassa rischi di bruciare il mais con il diserbo.

                                      Io uso lo stesso impianto anche quando semino la soia; sulla seminatrice da soia ho montato una barra per diserbare.

                                      Con lo stesso impianto uso 2 seminatrici diverse!

                                      Commenta


                                      • #49
                                        x al 64 qualcuno dalle mie parti si e'fatto anche lui l'inpianto da solo chi con la botte davanti al muso del trattore chi con tanica sulla seminatrice.comunque chi cel'ha mi ha detto che con 500,600 euro riesci a farti un impianto da solo e'vero?

                                        Commenta


                                        • #50
                                          Io non ho autocostruito l’impianto, ma ho dato le dritte ad un artigiano del settore (Superfontana – Borgo d’Ale (VC)) per costruire l’impianto, che poi e’ stato fotografato ed inserito nel suo catalogo.
                                          Il mio impianto e’ stato realizzato 6 anni fa, e non ricordo il costo; ricordo che ero andato a vedere dei kit della Unigreen, ed ero riuscito a spendere meno usando componenti piu’ costosi.

                                          Giustissimo spendere il meno possibile, ma non risparmiare su: pompa, regolatore di pressione, manometro, filtri ed ugelli, che debbono essere i migliori possibili. A fine semina, se ti trovi i campi inerbiti ti mangi gli euro che hai risparmiato nei componenti sopra detti.
                                          Se vuoi risparmiare, risparmia sui componenti che non influenzano la qualita’ del prodotto (manodopera, elettrovalvole, rubinetti)

                                          Secondo me, le dritte fondamentali per un buon impianto sono:

                                          - scegliere una pompa adeguata, a 2 membrane, di portata sufficiente ad alimentare gli ugelli e ad agitare la miscela nel serbatoio
                                          - collocare la pompa sotto il serbatoio, alimentata a caduta; se la pompa aspira dall’ alto ci sono sempre problemi.
                                          - Tra il serbatoio e la pompa mettere un filtro grossolano (orientativamente 50 mesh)
                                          - Scegliere un ottimo regolatore di pressione
                                          - Fare un buon agitatore, poiche’ usando poca acqua la miscela e’ piu’ densa e tende piu’ facilmente a depositare
                                          - Collocare un buon manometro, con fondoscala 10 atmosfere (non 50) in posizione visibile dal posto guida
                                          - Porre un filtro fine (circa 80 mesh) sul tubo di mandata agli ugelli
                                          - Scegliere ugelli antideriva a ventaglio che lavorino bene a bassa pressione. Io consiglio i Turbo – Teejet di plastica
                                          - Importantissimo! Collocare un ugello per ogni fila, ad una altezza calcolata per fare una copertura doppia (esiste una formula che usa l’angolo dell’ ugello e la distanza di semina).
                                          - Optionale: collocare un ugello aggiuntivo, con proprio rubinetto, per diserbare l’eventuale fossato posto ai margini del campo

                                          Commenta


                                          • #51
                                            per alberto64:

                                            tu quanta acqua dai per ettaro?
                                            la seminatrice ha anche lo spargiconcime e se sì tra seminatrice e botte tutte piene non viene un pò troppo peso sulle ruote?

                                            Commenta


                                            • #52
                                              ma in genere non si mette la botte del diserbo sll'anteriore del trattore con delle staffe??
                                              [CENTER]Gaute da suta [/CENTER]

                                              Commenta


                                              • #53
                                                Io uso 150 litri per ettaro seminando a 4 Km/ora; la botte di 300 litri mi da una autonomia di 2 ettari; altri agricoltori usano 100 litri/ettaro, seminando a 6 km/ora (con una marcia in più).
                                                La mia seminatrice ha lo spandiconcime; vuota pesa 550 kg, piena pesa 850 Kg.
                                                La botte del diserbo, posta sull' anteriore, mi fa da zavorra.
                                                Tieni presente che il mio MF155 pesa solo 20 quintali e non ha il servosterzo.
                                                Senza botte del diserbo dovrei usare le zavorre.

                                                Commenta


                                                • #54
                                                  x alberto64 e tutti


                                                  quanto potrebbe essere la quantità inima d'acqua da dare ad ettaro..... se sci scende a 70 80 litri si pregiudica qualcosa (effetto dei principi attivi, intasamenti vari piuttosto sce non completo scioglimento dei prodotti)?


                                                  per ggyno

                                                  quali rese riesci a fare con un classe 400 in asciutto?
                                                  ed il tuo asciutto quanti mm di pioggia sono in genere?

                                                  Commenta


                                                  • #55
                                                    x punto luce
                                                    non lo quanti mm anno in media cadono nella mia zona , ma penso siano all incirca pochi, visto che i classe 600 non riescono ad arrivare a fine ciclo decentemente ,tranne 1 anno su 3, io parlo della collina , in pianura, ce la fanno quasi tutti gli anni.
                                                    Io nel 2003 avevo messo il dkc 440 e avevo fatto una media di 28q.liper giornata , che in hettari fa all'ncirca 73,5qli ad ettaro
                                                    mentre quest'anno nello stesso appeazzamnento con il dkc 5130 son arrivato a 32qlix g.ta cioe' ad ettaro circa 84qli ,
                                                    [CENTER]Gaute da suta [/CENTER]

                                                    Commenta


                                                    • #56
                                                      piu' che buona la tua produzione, quanti giorni sono il dkc 440 e il dkc 5130 ? ma queste rese sono pianura fresca o collina ?

                                                      Commenta


                                                      • #57
                                                        x pablito
                                                        sono di collina, in pianura verso riva p/o chieri mediamente arrivo verso i 35 /40 per giornata in asciutta sui 100qlix hettaro , nel 2005 no seminato l' N46 e l'altranno mi son lasciato convincere a mettere il A46 e poifare il trattamneto per la piralide, ma ho buttato via i soldi.
                                                        Comunque secondo me in seccagna non sono male neache gli ibridi della micogen verneil , anni fa ho sbaragliato i vicini col mitico ERCOLE , e anche se e' sempre verde , e tribola a perdere umidita' e ha un peso specifico bassodella granella , eha una rottura farinosa , pero' sanissimo di pianta, e alta, cosi a titolo indicativo avevo fatto l'insilato , perche ero un po corto di fieno, e ne trinciai circa 6000 metri in un campo vicino a casa, per darlo alle fattici di inverno. Tirai fuori circa 20 rimorchi 4x2metri 3 sponde piu il culmo, e ti posso garantire che far passare tutto in una trincia pottinger mexi 1a una fila con renault 651,4 ci ho messo tutto il giorno,e quasi 100litri di gasoglio , e sempre col cambio in ridottissime, e 10 bulloni di sicurezza, avevo piante di mais dove la pannocchia era posizionata all'incirca a meta pianta, ma erano quasi 4metri e mezzo, con un diametro alla base di circa 5 /6 cm , seminato a 19,5cm
                                                        Alla fine mi diede una mano un mio amico contoterzista con 80/90 e una trincia class a una fila , e ogni tanto lo vedevo fumare anche lui in salita , alla fine anche mio cognato e' rimasto stupito , perche in mezzo alle file anche in pieno pomeriggio , non entrava un filo di luce.
                                                        Avevo fatto un bel mucchio , l'unico neo e' che a fine inverno ne avevo ancora x 2 settimane e a fine aprile , i cinghiali una notte , hanno banchettato per bene...
                                                        [CENTER]Gaute da suta [/CENTER]

                                                        Commenta


                                                        • #58
                                                          Nella mia azienda coltiviamo circa 20-25 ha di mais.
                                                          La sup. aziendale e completamente irrigua e seminiamo solo classe 700, delle volte abbiamo provato dei 600 ma non ci hanno convinti.
                                                          Per i concimi io uso una concimazione un po' particolare ma devo dire che va molto bene (le dosi sono ad ettaro)
                                                          Presemina 7,5 qli 21-0-21 (granulare)
                                                          Dopo la semina (con il 1° diserbo) Bietolmais NP10-34 15 litri (liquido)
                                                          Copertura 3qli urea 46% N (granulare)
                                                          Le produzioni variano in relazione al tipo di seme e all'annata, comunque sono intorno a 130-140 qli/ha secco (14% umidità).
                                                          Per il diserbo invece le annate sono uniche e non si può generalizzare.

                                                          Commenta


                                                          • #59
                                                            x agroprima
                                                            quante volte irrigate per ottenere quelle produzioni?
                                                            e quando potete trebbiare?

                                                            Commenta


                                                            • #60
                                                              Solitamente irrighiamo 4-5 volte (dalla fine di maggio ogni 2 settimane fino alla metà di agosto) comunque dipende molto dalle annate.
                                                              Normalmente trebbiamo dalla metà di settembre ai primi di ottobre in base al tipo di mais seminato (130gg, 132gg,135gg) e raccogliamo con umidità tra 20 e 17.

                                                              Commenta

                                                              Caricamento...
                                                              X