MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Storia camion OM

Collapse
X
 
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • Storia camion OM

    A suo tempo abbiamo fatto la storia a puntate dei Fiat, ora vorrei che mi aiutaste a tracciare una panoramica di quelli che sono stati i modelli OM nel dopoguerra, diciamo dagli anni '60 in poi (prima ricordo il Titano 137 ed il Taurus).
    Mi piacerebbe un po' di storia e di dati tecnici sui vari
    -Orione 400
    -Super Orione
    -Titano
    -150, 190, 260...
    L'Orione 400, se non ricordo male, era V8 ed aveva un sacco di cavalli (200?) per l'epoca, però era poco affidabile.
    Il Titano mi pare avesse il comopressore volumetrico, sbaglio?

    Il motore del 260 (V8 14000), a detta di uno che lo usa ancora allestito come autogru da 30 ton, non è troppo affidabile. Chi ha esperienze???
    Su, ci saranno anche degli ex "OMisti" su questo forum, oppure solo Iveco e MB ???

  • #2
    Domani sera, vedro' di darti le info possibili, comunque, il 260 (190) è nato per sostituire proprio il Titano, che come detto, avendo il volumetrico, era si potente, ma peccava di difetti di poca conoscenza della sovralimentazione, il 190 era, come gia detto, l'italianizzazione dell 'Izoard A340 Unic, con il suo V8 da 14000.. comunque spero di darti maggiori dati, dopo, do' un occhiata al libro "Iveco Story" e vedo cosa dice.....

    Commenta


    • #3
      E poi citando gli ex Omisti..mi chiami ncausa... io sono cresciut* su un Om 160......

      Commenta


      • #4
        Vabbe', io ti facevo del clan dei fan "Iveco", anche perché il 160 è identico al Fiat, no?
        Cmq del 260 e del 190 ho i dati tecnici, mi piaceva sentire qualche esperienza sul campo.
        Il Titano in quante versioni esisteva? 4x2, 6x4 almeno. E le motorizzazioni erano tutte uguali V8 sovralimentati oppure c'erano anche degli aspirati?

        Commenta


        • #5
          Barnaba, bist du bereit (traduzione sei pronto)?
          1946: Orione, 8V (90°), cilindrata 10460, 130 cv
          1955: SuperOrione, cilindrata 11360, 170cv
          1961: Titano, 6L, 10310, 230cv
          1966: titano 2° serie 11150, 260 cv
          1967: 150, 6L, 8075cc, 176 e 186 cv, seconda serie, 8905cc, 193 cv
          1968, la Om diventa da "Fiat-Azienda OM-Milano" in "Gruppo Veicoli Industriali Fiat" insiema lla Unic francese
          Ultimi camion con cabina Om ma meccanica totalmente Fiat sarano i 100 e 120 (6L, 7412cc, potenze di 135cv e 145 cavalli)
          OM190-260 sono le versioni italiane degli Unic equivalenti (nati con il nome di Izoard 340) dotati di motore V8 di 14886cc e potenza di 292 cv)... bastano per ora?

          Commenta


          • #6
            Ti ringrazio, ottimo lavoro!!!
            Dunque il Titano è esistito anche 6 cil. in linea, prima dell'8V sovralimentato.
            Certo, a vedere la potenza e facendo un paragone con i coetanei Fiat, mi verrebbe da supporre che anche il 6 cil fosse sovralimentato, o no?
            Accidenti, il primo Orione è degli anni '50 addirittura?
            Prima hai rammentato il libro Iveco Story.
            L'ho appena preso su Ebay, spero sia interessante.
            Cmq ora vado a rispolverare "Macchina e Rimorchio", dove Gino Barletti raccontava le sue esperienze sul primo Orione 400 che si rompeva.

            Commenta


            • #7
              Salve;
              Ricordo che l'Orione 380, il 400 ed il 400/8 avevano il cambio a 5 marce + rm. Il Super
              invece 4+rm con riduttore. Dei Super ne ho avuti
              3 e rammento che il più vecchio gommava 12/22
              come l'Esatau, gli altri 2, 12/20. Del primo ho ancora, da qualche parte, oltre a tutti i fregi, il ricevitore posteriore ed il cicalino in cabina che ti avvertiva quando qualcuno con il clakson chiedeva strada e la targhetta "vietato farsi trainare" ad uso dei ciclisti. Ricordo
              anche fin troppo bene ( paure prese) quando
              il motore si avviava all'inverso.

              Commenta


              • #8
                Difetto che si porto dietro anche il 160 om unificato....., quante volte, se sforzavi in retro, si metteva a girare al contrario....

                Commenta


                • #9
                  x Junkers
                  accidenti che peccato che tu abbia conservato solo le targhette .

                  x Trakker
                  ma il 160 OM non montava il solito motore del Fiat 160-684?

                  Commenta


                  • #10
                    Qui non vi posso essere di aiuto, mai guidato camion OM a parte gli OM40!!
                    Quelli poi marcati OM di Iveco erano uguali ai FIAT.
                    Ricordo solo da piccolo che esisteva il Titano 6x4 che non aveva la riduzione ai mozzi mi pare ed era l'unica alternativa ai Fiat 693, ma mio padre nel 1969 insieme ai 693 acquistò gli Esagamma Lancia che invece ho guidato parecchio, sia come betoniera che come cassone.
                    A proposito, vedrò se trovo delle foto dell'epoca, i nostri 693 ed Esagamma avevano il cassone Colombo a vasca già allora.
                    Ciao

                    Commenta


                    • #11
                      Avete dimenticato:
                      Taurus 340 del '51 con motore da 5.320 cc e 67 cv
                      Super taurus:'53-'57,5816 cc e 90 cv
                      Tigre:'58-'62, 6870 cc, 105 cv

                      Commenta


                      • #12
                        Si, ero lo stesso motore, ma aveva anche lui quel problema..

                        Commenta


                        • #13
                          Se trovi le foto di quegli anni la sono felice di vederle.

                          Sei sicuro che il Titano 6x4 non avesse la doppia riduzione? A giudicare dal diametro dei mozzi ruota in questa foto, secondo me ce l'aveva.
                          Forse, come per il 693 e successivamente per il 697, si poteva scegliere o meno la doppia riduzione.

                          Commenta


                          • #14
                            X BARNABA
                            Bè, oltre ai fregi,targhette e naturalmente foto, qualche altro accessorio l'ho salvato.
                            Se consideri che in cantiere,oltre a camion più recenti, abbiamo avuto 5 3/Ro, 3 Super Orione, 3 Alfa 1000, 1 82/122, 1 Tp 51 ed 1 Chevrolet, se avessi voluto salvare tutto, adesso starei un pò strettino.Cmque, a mia parziale discolpa, pensa che, in tempi già di inizio interesse x questi mezzi, metà anni 80, uno ha sfasciato un 3/Ro militare, semipneumatico, freni a corda, inerzia e semiassi portanti che pareva uscito allora dalla fabbrica. E nei primi 90 un altro ha fatto a pezzi una Locomobile Breda " perchè c'era un sacco di materiale buono" ( rame, bronzo ecc.). Vedi un pò tu!

                            Commenta


                            • #15
                              X TRAKKER.
                              Ti ricordi i trasporti eccezzionali al traino dei Titano 6x4 con la cabina con "il Belvedere"?
                              ( un mio cliente ne aveva scovato anche uno con ribaltabile da roccia ).
                              Secondo te erano cabine che ordinavi all'Om od erano modifiche successive?
                              Ciao, junker.

                              Commenta


                              • #16
                                x Junker
                                accidenti, a sentir di certe cose mi viene un bel po' di magone, se penso che io avrei pagato per alcuni di quei mezzi.
                                Hai avuto anche uno Chevrolet ex americano? Era un 4x2 o 4x4?

                                Qual'è la cabina con il belvedere?

                                Commenta


                                • #17
                                  Salve Barnaba.
                                  Non voglio dire fesserie sul chevrolet perchè non
                                  ricordo se era un 4x2 o 4x4. Rammento invece benissimo il cassone rib. a vasca, le bombole di metano e l'orrenda cabina con le due bombature circolari rientranti che parevano fanali ciechi. Il volante, questo da qualche parte l'ho in giro, era con razze in ferro e cerchio in legno. Per quello che riguarda invece la cabina del titano che in gergo chiamavamo
                                  "belvedere" constava di una sopraelevazione omogenea, tendente in alto a rastremare e con cristalli aggiuntivi, della cabina classica del titano.

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Vabbè che ne parlo come se li avessi usati, ma mica so tanta anzian*.... comunque me ne parlo' il mil vecchio titolare, lui non lo aveva avuto, ma aveva dei colleghi che lo avevavo usato...dice che sui traini grossi, era un po lento e poco appropiato (ma non bisogna scordare che la legge italiana, prevedeva che con certi carichi e certiapporti di carico, il limite masimo dei convogli eccezzional, era di 25 km/h, csa che cambio nel 79...)

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Ricordi per caso se lo Chevrolet era benzina o diesel?

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Barnaba, penso sicuramente a benzina perchè ricordo che aveva le bombole di metano sotto il cassone( come l'80% dei camion alleati che
                                        ho visto circolare quando ero veramente piccolo).
                                        Dovrò mettere mano all'archivio per vedere se trovo di più o chiedere a qualche nostro vecchio operatore. Ad un occhiata veloce ho solamente trovato in una busta un appunto a matita che ripota: chevrolet c60 ed una fattura di ricambi
                                        che cita: guarnizioni Garwod. Cmqe, come il mio non è tantissimo che non se ne vedono più abbandonati in giro. Una ditta di trivellazione pozzi ne aveva addirittura 2 però a tre assi.
                                        Anzi, per le feste voglio andare a vedere se per caso li hanno ancora.

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Chevrolet C60. Non sarà mica il C60 Canadese (vedi foto)? Se è lui ed esiste ancora qualche esemplare fammi sapere!!!
                                          Esisteva sia 4x4 C60S e C60L (cambiava il passo) che 6x6 C60X.

                                          Gar Wood produceva verricelli e sistemi oleodinamici per i ribaltabili, quindi può darsi che la fattura si riferisca ad uno di questi componenti.

                                          Il motore era un GM 6cil in linea a benzina da 85hp per il 4x4, 100hp per il 6x6.
                                          Sono un appassionato di camion militari alleati della Seconda Guerra Mondiale, dunque se hai altre informazioni o foto, sono molto interessato.





                                          Commenta


                                          • #22
                                            Barnaba, accid...a te!
                                            Scherzi a parte, per darti maggiori informazioni ho ribaltato mezzo archivio per trovare il fascicolo di questo mezzo e dovrò passare le feste per riordinarlo. Dunque, mi risulta
                                            Chevrolet C60S (demolito pensa nel 1965, avevo 5 anni) e ci sono le fatture del gas ed altre di guarnizioni garwod) Il camion era proprio identico, e scusami, brutto come quello delle foto che hai inserito. (I miei clienti avevano tanti di quei camion ex alleati Dennis, AEC, Dodge e Dodge 3/4, Ford, Gmc ecc. ma a me piacevano solo gli Italiani , i Diamond ed i Federal). Vedrò senza meno se i due 6x6 sono scampati alla fiamma ossidrica e, se ti interessa anche roba più piccola fammi sapere perchè penso che un conoscente abbia ancora sotto un loggiato un piccolo mezzo, dimensioni ca 615, semplicemente orrendo, ma ancora recuperabile sia di meccanica che di carrozzeria.

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Sarà anche canadese quel camion ma è proprio brutto, mi ricorda un cane carlino!!!!!

                                              Commenta


                                              • #24
                                                x Junker e per chi ne fosse interessato, per evitare di andare troppo fuori tema (si parlava di OM) ho aperto un'altra discussione sui residuati bellici.
                                                Ecco l'indirizzo:
                                                http://www.mmtitalia.it/cgi-bin/ulti...=000234#000000

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Non avevo mai sentito parlare dell'Orione 380. Cosa ha di diverso rispetto al 400?

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Barnaba, io ricordo benissimo i miei vecchi clienti e terzisti che parlavano del 380, 400,400/8. E li ho anche visti al lavoro . (anche se parecchi avevano sostituito il motore originale con quello Fiat) A prescindere dalla cabina con montanti in legno o meno, (salvo il 400/8) oggi un vecchio meccanico mi ha detto che il 380 era uscito nell' immediato dopoguerra, la sigla ufficiale era : Orione crhd ( almeno così si ricorda). Poi uscì il 400.
                                                    Per me erano praticamente tutti uguali, la cabina era leggermente diversa da quella del Super, però ancora, a colpo d'occhio, senza guardare poi al cambio, ti saprei dire se si tratta di Orione o Super Orione.

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Io purtroppo sono nato troppo tardi per vedere gli Orione e li ricordo a fatica quando ero piccolo.
                                                      Per questo li conosco più che altro per aver visto le foto e aver letto qualcosa sui libri, dunque mi fa piacere di sapere che c'era anche il 380. Secondo te a cosa era riferita la cifra 380?

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Un saluto a tutti! sto' sfogliando un libro(Il libro del riparatore e del tecnico dell'autoveicolo con motore a scoppio e con motore diesel) stampato nel 1957 ad opera dell' Ing. Francesco Buffoni, contiene i dati tecnici di tutti i motori presenti sul mercato all'epoca, nella sezione dedicata agli autocarri OM ho trovato: Super Orione, motore CH2D 8 cilindri a V 11.630cc 170cv (175cv la versione autobus), Orione/Orione 400, motore CH1D 8 cilindri a V 10.640cc 130cv, l'Orione 400/8 differisce dai precedenti solo nel cambio, al posto di 5 marce (veniva offerto con rapporti da pianura oppure da montagna!) montava un cambio staccato dal motore dotato di 8 rapporti (ottenuti con il riduttore).
                                                        Dai dati risulta che 400 e' in realta' il passo dell' Orione 400, percio' e' molto probabile che 380 fosse il passo dell' Orione.
                                                        Junker! avevo un cliente dalle tue parti (adesso e' pensionato) che mi raccontava sempre di quando in gioventu'(aveva un distributore) vendeva i "siluri" di metano per i camion che caricavano la ghiaia nel letto del fiume Marecchia!
                                                        P.S. se avete qualche richiesta tecnica dell'epoca chiedete pure, questo libro (l'ho appena acquistato, mi e' costato 150€ ma ne e' valsa la pena!) contiene quasi tutto dagli anni "20 ai "50.

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Ralfg, ho beccato il "camionista storico" della
                                                          nostra zona : in parole povere non ho potuto
                                                          ben capire quale era la differenza precisa, se il passo o qualche altro particolare.
                                                          Però, secondo Lui, il 380 era il 380 ed il 400, il 400. Anzi, asserisce che il 380, appena uscì poteva trainare e trainava anche, su strade autorizzate, due rimorchi. Avanti pure con la ricerca!

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            Bel libro, non c'è che dire.
                                                            Ti "sfrutteremo" per tutti i dubbi che verranno fuori nelle discussioni!

                                                            Commenta

                                                            Caricamento...
                                                            X