MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

AUTOCOSTRUZIONE: progetto per estrazione mais da vasca interrata

Collapse
X
 
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • AUTOCOSTRUZIONE: progetto per estrazione mais da vasca interrata

    Ciao a tutti.
    Ho un problema circa il dimensionamento di un cilindro idraulico per la la realizzazione di un impianto per l'estrazione del mais da una vasca interrata.
    Queste le misure della vasca:
    H: 3 m
    L: 3 m
    P: 8 m.
    Totale 72 mc.
    Il peso del mais è di 3 q. al mc quindi 216 q. pari a 21.6 tonnellate.
    Alla base di questa vasca ci sta un piatto mobile costituito da una serie di rastrelli a forma di cuneo, vale a dire perpendicolari davanti ( altezza 10 cm, lunghi 2.8 m) a cuneo dietro.
    Tanto per farmi capire, sono un po come tante piccole benne di una ruspa.
    Tutto questo sistema, all'incirca 14-15 rastrelli, devono essere spinti da uno o più cilindri oleodinamici, che creando un movimento: avanti e dietro, spingeranno il mais attraverso un'apertura posta nella parte anteriore della vasca.
    Vi allego i disegni nella speranza di essere stato chiaro a spiegarvi il proggetto che voglio realizzare.

    P. S.
    Avevo scordato di scrivere che la corsa del pistone per completare il ciclo avanti/dietro è di 75 cm.
    Attached Files
    Ultima modifica di Motivo: unito messaggi

  • #2
    Originalmente inviato da Corel
    P. S.
    Avevo scordato di scrivere che la corsa del pistone per completare il ciclo avanti/dietro è di 75 cm.
    Perchè specifichi b75 ,ma nel disegno scrivi 70?
    Originalmente inviato da Corel Visualizza messaggio
    Ciao a tutti.
    Ho un problema circa il dimensionamento di un cilindro idraulico per la la realizzazione di un impianto per l'estrazione del mais da una vasca interrata. ..........................
    Tutto questo sistema, all'incirca 14-15 rastrelli, devono essere spinti da uno o più cilindri oleodinamici, che creando un movimento: avanti e dietro, .
    Perchè uno o più?

    Originalmente inviato da Corel Visualizza messaggio
    Vi allego i disegni nella speranza di essere stato chiaro a spiegarvi il proggetto che voglio realizzare.
    A cosa serve?
    Che cicli deve fare?
    In che tempi?
    Automatico o manuale?
    Controllo degli eventuali automatismi?
    Che protezioni deve avere?

    Non si capisce se è già esistente e devi modificarlo,o cosa vuoi sapere.
    Ognuno è ciò che è,non ciò che finge di essere....

    Commenta


    • #3
      Innanzitutto grazie per avermi risposto.
      Adesso andiamo a noi.


      Originalmente inviato da mefito Visualizza messaggio
      Perchè specifichi b75 ,ma nel disegno scrivi 70?
      Perchè ho sbagliato a scriverlo sul messaggio.
      La corsa deve essere di 70 cm


      Originalmente inviato da mefito Visualizza messaggio

      Perchè uno o più?
      Perchè essendo profano nel campo dei pistoni idraulici, non so se un solo pistone, ha la forza necessaria di far muovere il sistema.

      Originalmente inviato da mefito Visualizza messaggio

      A cosa serve?
      Serve a far uscire il mais, quindi a spingerlo in un altro contenitore più piccolo per alimentare una caldaia.

      Originalmente inviato da mefito Visualizza messaggio
      Che cicli deve fare?
      A serbatoio di caldaia completamente vuoto deve fare 10 cicli per riempirlo completamente.

      Originalmente inviato da mefito Visualizza messaggio
      In che tempi?
      I tempi non sono assolutamente un problema, potrebbe impiegare a fare questi cicli anche 10 minuti

      Originalmente inviato da mefito Visualizza messaggio

      Automatico o manuale?
      Automatico.
      Metto un sensore (fotocellula) nel serbatoio che deve riempire e quando il livello si abbassa, il pistone inizia i cicli automaticamente fino a quando la fotocellula non lo ferma.

      Originalmente inviato da mefito Visualizza messaggio
      Controllo degli eventuali automatismi?
      Non ho la minima idea di quali controlli dovrei mettere come dicevo sono profano in materia.

      Originalmente inviato da mefito Visualizza messaggio
      Che protezioni deve avere?
      Stesso come sopra non lo so, lo chiedo a te.

      Originalmente inviato da mefito Visualizza messaggio
      Non si capisce se è già esistente e devi modificarlo,o cosa vuoi sapere.
      Devo ancora realizzarlo.
      Vorrei sapere la forza che dovrebbe avere il pistone idraulico per spingere i rastrelli alti 10 cm per 70 cm, in modo da fare cadere il mais nella vasca della caldaia.
      Questo in considerazione del fatto che la vasca interrata ha queste misure:
      Altezza 3 metri
      Larghezza 3 metri
      Profondità 8 metri
      Totale 72 metri cubi, quindi conterrà al suo interno 21,6 tonnellate di mais.

      Commenta


      • #4
        se non hai le minime nozioni della materia, anche se ti dicessimo come fare, come faresti per realizzare tutto il sistema di controllo ecc ecc?
        Fede, BID Division Member

        Commenta


        • #5
          Originalmente inviato da Friz Visualizza messaggio
          se non hai le minime nozioni della materia, anche se ti dicessimo come fare, come faresti per realizzare tutto il sistema di controllo ecc ecc?
          Non conosco le nozioni, ma da quanto ho visto allestire un sistema è cosa relativamente semplice.
          Motore, pompa, serbatoio olio, elettrovalvola, tubi raccordo, ed il gioco è fatto.
          Questo so come si fa quello che mi manca è conoscere la potenza che deve avere il pistone.

          Commenta


          • #6
            Originalmente inviato da Corel Visualizza messaggio
            Non conosco le nozioni, ma da quanto ho visto allestire un sistema è cosa relativamente semplice.
            Motore, pompa, serbatoio olio, elettrovalvola, tubi raccordo, ed il gioco è fatto.
            Questo so come si fa quello che mi manca è conoscere la potenza che deve avere il pistone.
            Le complicazioni non ci sono perchè le si sanno evitare,oppure semplicemente non si è in grado di valutare.
            Quale motore?
            Quale pompa?
            Che meccanica?
            che carpenteria?
            Quale serbatoio?
            che tubi?
            Che valvole?
            Tralasciamo automatismi e sicurezze che hai già detto di non conoscere.
            La vasca è prefabbricata,in che materiale?
            Se si rompe il tappeto che fai,vuoti tutto a mano?
            Ma non si usavano silos a tramoggia conica con coclea di scarico?
            Quanto mais dovresti usare al giorno?
            Che mais è,perchè con peso specifico di 3qli m3 non c'è certamente granella.
            Ognuno è ciò che è,non ciò che finge di essere....

            Commenta


            • #7
              Originalmente inviato da mefito Visualizza messaggio
              Quale motore?
              Quale pompa?
              Che meccanica?
              che carpenteria?
              Quale serbatoio?
              che tubi?
              Che valvole?
              Proprio per questo motivo chiedevo la forza che doveva avere il pistone.
              Da questo mi regolo per tutte queste cose.
              Io ho una catasta , alta 3 metri, che pesa 16 tonnellate, devo togliere l'ultimo mattone, per un altezza di 10 cm, che potenza mi serve ?
              Non appena so la potenza mi regolo per tutto il resto.
              Sia su internet sia in quasi tutte le città ci sono officine che costruiscono oppure vendono sistemi oleodinamici.
              Mi basterebbe dire mi serve un sistema idraulico, che gestisca un pistone che sviluppa tale potenza, e loro mi direbbero quale motore, quale pompa, quali tubi, quali sistemi di controllo, eccetera eccetera.


              Originalmente inviato da mefito Visualizza messaggio
              La vasca è prefabbricata,in che materiale?
              Se si rompe il tappeto che fai,vuoti tutto a mano?
              La vasca è in cemento armato al 350, costruita con le mie mani, ha muri spessi 30 cm con armatura in ferro da 16 mm e ripartitori da 10 mm con passo 20 cm . sopra il cemento della base ci stanno ancorate al cemento con zanche, piastre di ferro saldate spesse 1.5 cm perfettamente levigate, per diminuire al massimo l'attrito.
              Il tappeto non si può rompere, dato che il rastrello è fatto con rotaie di una linea ferroviaria dismessa .
              Ogni rotaia scorre su 10 rulli ( sempre riciclati da materiale ferroviario) ognuno dei quali ha una portata di 1500 kg, quindi 15q*20= 30 tonnellate, quando sulle rotaie grava un peso di ""soli"" 15 quintali.
              Più che vasca è un bunker, e tutto il materiale, cemento armato escluso, lo ho avuto gratis da un mio amico che ha una ditta di smaltimento, ecco le ragioni del sovradimensionamento.
              Ecco perchè, dato che il sistema è tutto pronto, e purtroppo in fisica e meccanica sono molto scarso, mi serviva sapere che potenza doveva avere il pistone per svolgere il lavoro di mandare avanti e dietro il piatto mobile.
              Quando avrò questo dato, andrò da un officina che li costruisce, o da uno che li vende, e gli dirò: "" mi dai tutti i componenti per costruire e gestire un sistema oleodinamico con un pistone, o con due pistoni che abbiamo questa forza di x tonnellate "".
              Il negoziante o l'officina, mi darà tutto l'occorrente.
              Dopo di ciò, andrò dal mio amico che ha cataste di pistoni oleodinamici, di ogni tipo e genere, di ruspe, di compattatori, di camion e chi più ne ha più ne metta, prenderò quello che mi serve, lo faccio revisionare e monto tutto il sistema.
              Non mi sembra una cosa difficile da fare.
              Ma purtroppo, se non conosco che forza devo usare sono bloccato nel mio proggetto e non posso andare avanti.
              Ora dato che sono assolutamente inesperto in materia, posto una foto di quello che devo realizzare.
              Nella foto si vede il sistema che devo fare , con la differenza, che nella vasca che vedete in foto, si trovano 3 rastrelli.
              Nella mia vasca, date le dimensioni ridotte ce ne sta uno solamente.
              Mi scuso con voi, per il fatto che la mia incompetenza in materia mi porta ad essere poco chiaro nella spiegazione.
              Attached Files
              Ultima modifica di

              Commenta


              • #8
                Originalmente inviato da Corel Visualizza messaggio
                Proprio per questo motivo chiedevo la forza che doveva avere il pistone.
                Da questo mi regolo per tutte queste cose.
                Io ho una catasta , alta 3 metri, che pesa 16 tonnellate, devo togliere l'ultimo mattone, per un altezza di 10 cm, che potenza mi serve ?
                Non appena so la potenza mi regolo per tutto il resto.
                Sia su internet sia in quasi tutte le città ci sono officine che costruiscono oppure vendono sistemi oleodinamici.
                Mi basterebbe dire mi serve un sistema idraulico, che gestisca un pistone che sviluppa tale potenza, e loro mi direbbero quale motore, quale pompa, quali tubi, quali sistemi di controllo, eccetera eccetera.




                La vasca è in cemento armato al 350, costruita con le mie mani, ha muri spessi 30 cm con armatura in ferro da 16 mm e ripartitori da 10 mm con passo 20 cm . sopra il cemento della base ci stanno ancorate al cemento con zanche, piastre di ferro saldate spesse 1.5 cm perfettamente levigate, per diminuire al massimo l'attrito.
                Il tappeto non si può rompere, dato che il rastrello è fatto con rotaie di una linea ferroviaria dismessa .
                Ogni rotaia scorre su 10 rulli ( sempre riciclati da materiale ferroviario) ognuno dei quali ha una portata di 1500 kg, quindi 15q*20= 30 tonnellate, quando sulle rotaie grava un peso di ""soli"" 15 quintali.
                Più che vasca è un bunker, e tutto il materiale, cemento armato escluso, lo ho avuto gratis da un mio amico che ha una ditta di smaltimento, ecco le ragioni del sovradimensionamento.
                Ecco perchè, dato che il sistema è tutto pronto, e purtroppo in fisica e meccanica sono molto scarso, mi serviva sapere che potenza doveva avere il pistone per svolgere il lavoro di mandare avanti e dietro il piatto mobile.
                Quando avrò questo dato, andrò da un officina che li costruisce, o da uno che li vende, e gli dirò: "" mi dai tutti i componenti per costruire e gestire un sistema oleodinamico con un pistone, o con due pistoni che abbiamo questa forza di x tonnellate "".
                Il negoziante o l'officina, mi darà tutto l'occorrente.
                Dopo di ciò, andrò dal mio amico che ha cataste di pistoni oleodinamici, di ogni tipo e genere, di ruspe, di compattatori, di camion e chi più ne ha più ne metta, prenderò quello che mi serve, lo faccio revisionare e monto tutto il sistema.
                Non mi sembra una cosa difficile da fare.
                Ma purtroppo, se non conosco che forza devo usare sono bloccato nel mio proggetto e non posso andare avanti.
                Ora dato che sono assolutamente inesperto in materia, posto una foto di quello che devo realizzare.
                Nella foto si vede il sistema che devo fare , con la differenza, che nella vasca che vedete in foto, si trovano 3 rastrelli.
                Nella mia vasca, date le dimensioni ridotte ce ne sta uno solamente.
                Mi scuso con voi, per il fatto che la mia incompetenza in materia mi porta ad essere poco chiaro nella spiegazione.
                Devi scusarmi,ma non sono abituato a vedere iniziare un opera senza sapere prima se e come può funzionare.
                Quindi hai già anche la caldaia,che potenza ha?
                Il sistema da dove lo hai copiato?
                Visto che ne sei in grado,inserisci le fotografie dell'opera,con i particolari delle piastre e rastrelli,del vano di alloggiamento pistone e di come lo collegheresti al rastrello ed alla vasca.
                Ognuno è ciò che è,non ciò che finge di essere....

                Commenta


                • #9
                  Scusa corel ma non stai prima a prendere il tuo progetto ed andare da un carpentiere che costruisce tutti i tipi di macchinari per impianti cerealicoli e lui con la sua esperienza e il suo ufficio tecnico potrà dare risposta a tutte le tue domande?
                  tanto ci devi andare comunque,quindi sapere adesso se ci vogliono 1 o 2 pistoni,piccoli o grandi che siano, a te penso non serva!
                  per carità se sei curioso di saperlo prima fai pure spero che qualcuno possa aiutarti!

                  Commenta


                  • #10
                    Mefito
                    Non devi scusarti, non ci sta nulla di strano, nel cercare di capire cosa voglio fare per potermi dare un consiglio.
                    La caldaia è una caldaia a biomassa onnivora da 60 Kw, da qui l'esigenza del rastrello, dato che per quest'anno ho trovato mais da bruciare, che mischierò con del nocciolo d'oliva, il prossimo magari troverò del cippato, ed il prossimo ancora magari degli ossi di pesca.
                    Il sistema è il classico sistema di estrazione per silos con forma rettangolare.
                    Se fai un giro tra i venditori di caldaia a biomassa, oltre ai ""classici" estrattori a braccia rotanti hanno anche questo.
                    Il problema è che mi sono fatto fare un preventivo da chi vende questi estrattori a rastrello, , e mi hanno chiesto 25.000 ( venticinquemila euro)
                    Ma ti rendi conto ???
                    Venticinquemila euro per 4 ferri + un sistema oleodinamico completo......... ma siamo matti ????
                    Di fatto per adesso ho solo la vasca, fatta 3 anni fa per altri motivi.
                    Tutto il materiale metallico: Rotaie, rulli, lo ho accatastato in magazzino.
                    Dopo essermi messo in giro su internet ho visto che il sistema da realizzare è abbastanza ""grezzo" e semplice da costruire.
                    Unico neo i calcoli teorici per stabilire la forza che deve avere il pistone.
                    da ricercche su internet ho trovato questa formula :

                     L = (P*k) * s; Dove
                    P=Peso del corpo in Kg*(m/sec*sec);
                    k=Coefficiente di attrito; (adimensionale)
                    s=Spostamento (in metri)

                    Da questa formula risulta:
                    L= ( 19 t.*attrito) *0.5(spostamento)

                    quindi:
                    L=19*0.97(attrito gomma su asfalto) *0.5= 9.2 tonnellate, il coefficente di attrito lo ho scelto arbitrariamente da una tabella di coefficenti di attrito trovata su internet.
                    Ora dato che come dicevo in fisica sono scarso, 9.2 tonnellate di spinta mi sembrano poche.
                    Ecco perchè chiedevo se ci fosse qualcuno in grado di calcolarmi questa forza.

                    Ti posto alcune foto del sistema trovate su internet, per farti rendere conto di quanto sia ""grezzo"" e poco complicato il sistema che voglio autocostruirmi.
                    Anzi ti dirò di più:
                    I sistemi che vedi in foto, li ho migliorati, ideando dei binari che scorrono su rulli, a differenza di quelli che vedi in foto che sono "" imprigionati "" in una sorta di U capovolta.
                    Ti ripeto, unico neo il dimensionamento del pistone.
                    Ora così come accaduto per le rotaie e per i rulli, potrei prendere un cilindro oleodinamico estremamente sovradimensionato.
                    Ma dato che questo comporterebbe prendere tutto il necessario per farlo funzionare, pompa, motore, raccordi, elettrovalvola, eccetera eccetera in proporzione, e dato che io questa roba la devo comprare nuova e quindi pagarla, a differenza di tutto il resto, non vorrei magari utilizzare un cilindro che può arrivare a 300 tonnellate di spinta con alesaggio 30 cm ( faccio solo un esempio molto ipotetico) e poi scoprire che con 9;10;11; 12; tonnellate me la sarei cavata.
                    Attached Files
                    Ultima modifica di

                    Commenta


                    • #11
                      Ma perchè non metti una foto della tua vasca e delle tue guide?
                      Ognuno è ciò che è,non ciò che finge di essere....

                      Commenta


                      • #12
                        Originalmente inviato da mefito Visualizza messaggio
                        Ma perchè non metti una foto della tua vasca e delle tue guide?
                        Perchè non ho una digitale, e poi perchè nella vasca attualmente non ci sta nulla di montato.
                        Non sai dirmi se i conti che ho fatto io sono attendibili, oppure sono assolutamente sballati ???

                        Commenta


                        • #13
                          Originalmente inviato da Corel Visualizza messaggio
                          Mefito
                          Non devi scusarti, non ci sta nulla di strano, nel cercare di capire cosa voglio fare per potermi dare un consiglio.
                          La caldaia è una caldaia a biomassa onnivora da 60 Kw, da qui l'esigenza del rastrello, dato che per quest'anno ho trovato mais da bruciare, che mischierò con del nocciolo d'oliva, il prossimo magari troverò del cippato, ed il prossimo ancora magari degli ossi di pesca.
                          Il sistema è il classico sistema di estrazione per silos con forma rettangolare..
                          Ciao Corel. Mi inserisco nella discussione apportando il mio modesto parere. Dopo aver letto l'intera discussione noto che vorresti apportare nella caldaia materiale eterogeneo di diversa forma, peso specifico e coefficiente di coesione, nonchè con percentuali di umidità molto differenti.

                          Originalmente inviato da Corel Visualizza messaggio
                          Se fai un giro tra i venditori di caldaia a biomassa, oltre ai ""classici" estrattori a braccia rotanti hanno anche questo.
                          Il problema è che mi sono fatto fare un preventivo da chi vende questi estrattori a rastrello, , e mi hanno chiesto 25.000 ( venticinquemila euro)
                          Ma ti rendi conto ???
                          Venticinquemila euro per 4 ferri + un sistema oleodinamico completo......... ma siamo matti ????
                          Di fatto per adesso ho solo la vasca, fatta 3 anni fa per altri motivi.
                          Tutto il materiale metallico: Rotaie, rulli, lo ho accatastato in magazzino.
                          Dopo essermi messo in giro su internet ho visto che il sistema da realizzare è abbastanza ""grezzo" e semplice da costruire...
                          Non per essere pignolo, potrebbe essere semplice assemblarlo (e non è detto), non progettarlo e saper valutare la soluzione tecnica migliore. Solo il fatto che devi trattare materie prime molto diverse tra loro ti pone di fronte situazioni molto diverse tra loro.

                          Originalmente inviato da Corel Visualizza messaggio
                          Unico neo i calcoli teorici per stabilire la forza che deve avere il pistone.
                          da ricercche su internet ho trovato questa formula :

                           L = (P*k) * s; Dove
                          P=Peso del corpo in Kg*(m/sec*sec);
                          k=Coefficiente di attrito; (adimensionale)
                          s=Spostamento (in metri)

                          Da questa formula risulta:
                          L= ( 19 t.*attrito) *0.5(spostamento)

                          quindi:
                          L=19*0.97(attrito gomma su asfalto) *0.5= 9.2 tonnellate, il coefficente di attrito lo ho scelto arbitrariamente da una tabella di coefficenti di attrito trovata su internet.
                          Ora dato che come dicevo in fisica sono scarso, 9.2 tonnellate di spinta mi sembrano poche....
                          Il calcolo da te fatto non tiene conto del peso del "rastrello" che deve spingere il pistone, inserisci l'intera cubatura della vasca quando invece il rastrello ne sposta solo una fetta per volta. Consideri il peso specifico del solo mais invece di considerare la situazione potenzialmente più gravosa (cippato 300 kg\mc mentre la sanza è di minimo 600 kg\mc per non parlare di altre materie prime). Consideri l'attrito di 0.97 che è quello gomma\asfalto per le auto di formula uno, quello delle autostrade è di 0.35. Nel tuo caso mi pare che sia ferro\ferro che è molto difficile da quantificare senza alcune premesse.
                          La potenza necessaria da parte del sistema dipende dal tempo necessario per effettuare il lavoro presunto. Se non conosci il lavoro presunto ed il tempo come calcoli la potenza? Ammesso che il tempo non sia determinante , come ritieni di calcolare il lavoro. Mi spieghi come fai a montare il tutto su rulli se l'intera vasca sarà piena di materiale?
                          Dal disegno che hai postato la tua idea dei rulli è fisicamente impossibile mentre la situazione del rastrello che scorre sul binario, opportunamente lubrificato è la soluzione più sensata (non a caso chi progetta queste cose ha optato per quella soluzione).
                          ....[/quote]

                          Originalmente inviato da Corel Visualizza messaggio
                          Ecco perchè chiedevo se ci fosse qualcuno in grado di calcolarmi questa forza. ....
                          Premettendo e sperando che la vasca sia stata progettata con tutti i crismi necessari all'uopo, per dimensionare il sistema per come disegnato (non su rulli, ma scorrimento sui binari) bisogna conoscere: il peso del rastrello, il coefficiente d'attrito rastrello\binario (quindi conoscere la natura del materiale dei due componenti), ipotizzare che possa torcersi il binario di pochi millimetri ostacolando l'avanzamento, ipotizzare fenomeni di aumento dell' attrito (se la materia prima è umida ci sarà la formazione di ossidi di ferro che aumentano la scabrosità e di conseguenza l'attrito), ipotizzare che la fetta di materiale da spostare non sia solo quella effettivamente presa dal "rastrello" ma qualcosina in più, il peso della fetta spostata.

                          Originalmente inviato da Corel Visualizza messaggio
                          Ti posto alcune foto del sistema trovate su internet, per farti rendere conto di quanto sia ""grezzo"" e poco complicato il sistema che voglio autocostruirmi.
                          Anzi ti dirò di più:
                          I sistemi che vedi in foto, li ho migliorati, ideando dei binari che scorrono su rulli, a differenza di quelli che vedi in foto che sono "" imprigionati "" in una sorta di U capovolta.
                          Ti ripeto, unico neo il dimensionamento del pistone.
                          Ora così come accaduto per le rotaie e per i rulli, potrei prendere un cilindro oleodinamico estremamente sovradimensionato.
                          Ma dato che questo comporterebbe prendere tutto il necessario per farlo funzionare, pompa, motore, raccordi, elettrovalvola, eccetera eccetera in proporzione, e dato che io questa roba la devo comprare nuova e quindi pagarla, a differenza di tutto il resto, non vorrei magari utilizzare un cilindro che può arrivare a 300 tonnellate di spinta con alesaggio 30 cm ( faccio solo un esempio molto ipotetico) e poi scoprire che con 9;10;11; 12; tonnellate me la sarei cavata.
                          Puoi spiegarmi come pensi di realizzare quanto affermi?
                          Ammesso che riesci a calcolare la forza necessaria per compiere il lavoro per spostare il rastrello e la meteria prima.......sei in grado di progettare la struttura in modo che riesca a trasferire la forza al rastrello senza che lo torca, lo distrugga e principalmente senza che nessuno si possa ferire?
                          Il pistone lavorerà prima come puntone e poi come tirante. Lo sai che il ferro si comporta in maniera molto differente se sottoposto ad uno sforzo di compressione o di trazione?.
                          Riusciresti a calcolare le tolleranze necessarie?
                          Sapresti dimensionarlo in modo tale che sia resistente a numerosi cicli?
                          In poche parole hai le conoscenze necessarie per progettare un sistema per lo svuotamento automatico di un deposito a cassone?
                          Perchè il tuo non è un problema di assemblaggio ma di progettazione. La vasca ti è stata progettata da un tecnico oppure anche quella è stata realizzata a lume di naso?

                          Commenta


                          • #14
                            Ciao 90 e grazie della risposta.

                            Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio
                            Non per essere pignolo,
                            No No devi essere pignolo, altro che chiacchiere, non voglio mica realizzare un giocattolino prima di cominciare a realizzare qualcosa, voglio essere strasicuro.

                            Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio
                            Il calcolo da te fatto non tiene conto del peso del "rastrello" che deve spingere il pistone, inserisci l'intera cubatura della vasca quando invece il rastrello ne sposta solo una fetta per volta. Consideri il peso specifico del solo mais invece di considerare la situazione potenzialmente più gravosa (cippato 300 kg\mc mentre la sanza è di minimo 600 kg\mc per non parlare di altre materie prime). Consideri l'attrito di 0.97 che è quello gomma\asfalto per le auto di formula uno, quello delle autostrade è di 0.35.
                            E proprio per questo motivo che chiedo aiuto in questo forum, perchè le considerazioni fatte da te le ho fatte anche io , ma io sono una mazza in fisica, se sono arrivato a quei calcoli è solo per quello che ho potuto apprendere navigando sul web, ed ho utilizzato queste nozioni in maniera spannometrica, ma so già in patrtenza che non sono esatti.

                            Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio
                            Nel tuo caso mi pare che sia ferro\ferro che è molto difficile da quantificare senza alcune premesse.
                            Questo posso dirtelo non è ferro /ferro dato che i rastrelli non toccano il ferro della base della vasca, ma camminano sollevati di 1-1.5 cm dalle piastre di ferro poste sul fondo della vasca.

                            Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio

                            Ammesso che il tempo non sia determinante
                            Infatti non è determinante.
                            Questi rastrelli spingeranno il materiale nel serbatoio della vasca che monta di serie la caldaia.
                            Tale serbatoio ha una capienza di 2.5 metri cubi.
                            Considera che quando verrà riempito per la prima volta, il sistema dovrà spingere fino a riempirlo, poi nei carichi successivi, tramite un sensore ( fotocellula) la quantità di materiale da immettere sarà notevolmente inferiore ai 2 metri cubi.
                            Quindi come vedi anche se per spingere 1 metro cubo nella vasca, il rastrello dovesse impiegare 15-20 minuti, a me andrebbe benissimo.
                            La cosa che mi interessa è che il serbatoio della vasca sarebbe sempre pieno per far funzionare la caldaia.

                            Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio
                            Mi spieghi come fai a montare il tutto su rulli se l'intera vasca sarà piena di materiale?
                            Dal disegno che hai postato la tua idea dei rulli è fisicamente impossibile mentre la situazione del rastrello che scorre sul binario, opportunamente lubrificato è la soluzione più sensata (non a caso chi progetta queste cose ha optato per quella soluzione).
                            ....
                            Ti posto un disegno.
                            Il disegno non è in proporzione, non è in scala, ma è solo fatto per farti capire la mia idea.
                            Il tutto va montato prima logicamente di riempire la vasca.


                            Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio

                            Puoi spiegarmi come pensi di realizzare quanto affermi?
                            Ammesso che riesci a calcolare la forza necessaria per compiere il lavoro per spostare il rastrello e la meteria prima.......sei in grado di progettare la struttura in modo che riesca a trasferire la forza al rastrello senza che lo torca, lo distrugga e principalmente senza che nessuno si possa ferire?
                            Il pistone lavorerà prima come puntone e poi come tirante. Lo sai che il ferro si comporta in maniera molto differente se sottoposto ad uno sforzo di compressione o di trazione?.
                            Riusciresti a calcolare le tolleranze necessarie?
                            Sapresti dimensionarlo in modo tale che sia resistente a numerosi cicli?
                            In poche parole hai le conoscenze necessarie per progettare un sistema per lo svuotamento automatico di un deposito a cassone?
                            Perchè il tuo non è un problema di assemblaggio ma di progettazione. La vasca ti è stata progettata da un tecnico oppure anche quella è stata realizzata a lume di naso?
                            Io tutte queste conoscenze non le ho nella maniera più assoluta.
                            Io so solo di avere l'abilità manuale e relativi attrezzi per costruirlo.
                            per questo motivo ho chiesto a voi ed ho contattato anche un ingegnere meccanico per sapere ciò.
                            Ma dato che l'ingegnere sarà dalle mie parti, non prima di fine mese, ero curioso di avere alcune delucidazioni.

                            P.S.
                            Ripeto che i disegni allegati dato che li ho fatti di fretta, non sono in scala non sono in proporzione, ma servono solo per spiegare come vorrei fare il binario.
                            Ecco che ammettendo per ipotesi che
                            il materiale da spingere ha:
                            Un peso al metro cubo di 300 Kg,
                            Che deve essere spinto per 50 cm
                            Che la fetta da spingere è alta 10 cm;
                            Che la vasca ha queste misure: h 3m, l: 3 m, p. 8 metri.
                            Che l'intero rastrello pesa 300 Kg,
                            Che il pistone deve fare 10 cicli : spinta/trazione ( con 10 cicli mi riempie la vasca della caldaia )
                            Che non mi interessa il tempo, ma in via ipotetica lo fisso a 15 minuti.
                            Qual'è la forza che dovrà avere il pistone ??
                            Il disegno: ""binario con ruote a V"" lo ho fatto così di getto, e si potrebbe fare anche non con le 4 ruote ma anche con due ruote per rastrello.
                            Come vedi le soluzioni si trovano, ma se non so che forza deve avere il pistone sono bloccato.
                            Attached Files
                            Ultima modifica di

                            Commenta


                            • #15
                              Originalmente inviato da Corel Visualizza messaggio
                              Ciao 90 e grazie della risposta.

                              Questo posso dirtelo non è ferro /ferro dato che i rastrelli non toccano il ferro della base della vasca, ma camminano sollevati di 1-1.5 cm dalle piastre di ferro poste sul fondo della vasca.
                              Questo l'ho intuito....ma il rastrello non fluttua. Dovrà pur scorrere su un supporto (ipotizzo un binario con movimento a stantuffo). Dalle foto da te postate, inoltre, si nota lo sfregamento del rastrello sul fondo della vasca. Riesci a quantificare la superficie sottoposta allo sfregamento\attrito? Praticamente il carrello poggia su un supporto.....qual è la superficie di contatto?

                              Originalmente inviato da Corel Visualizza messaggio
                              Ti posto un disegno.
                              Il disegno non è in proporzione, non è in scala, ma è solo fatto per farti capire la mia idea.
                              Il tutto va montato prima logicamente di riempire la vasca..
                              Ed è questo che non capisco. Come pensi possa avvenire il rotolamento a vasca piena? Come puoi far rotolare il tutto se c'è il materiale? Riesci a figurarti la situazione?

                              Originalmente inviato da Corel Visualizza messaggio
                              Io tutte queste conoscenze non le ho nella maniera più assoluta.
                              Io so solo di avere l'abilità manuale e relativi attrezzi per costruirlo.
                              per questo motivo ho chiesto a voi ed ho contattato anche un ingegnere meccanico per sapere ciò.
                              Ma dato che l'ingegnere sarà dalle mie parti, non prima di fine mese, ero curioso di avere alcune delucidazioni.

                              P.S.
                              Ripeto che i disegni allegati dato che li ho fatti di fretta, non sono in scala non sono in proporzione, ma servono solo per spiegare come vorrei fare il binario.
                              Ecco che ammettendo per ipotesi che
                              il materiale da spingere ha:
                              Un peso al metro cubo di 300 Kg,
                              Che deve essere spinto per 50 cm
                              Che la fetta da spingere è alta 10 cm;
                              Che la vasca ha queste misure: h 3m, l: 3 m, p. 8 metri.
                              Che l'intero rastrello pesa 300 Kg,
                              Che il pistone deve fare 10 cicli : spinta/trazione ( con 10 cicli mi riempie la vasca della caldaia )
                              Che non mi interessa il tempo, ma in via ipotetica lo fisso a 15 minuti.
                              Qual'è la forza che dovrà avere il pistone ??
                              Con un calcolo molto molto approssimativo mi viene da dire che il pistone deve esercitare una forza pari almeno a 1300 kg, maggiorata della forza d'attrito che si oppone (che con i dati presenti è difficile quantificare.Tuttavia data la lunghezza del rastrello e supposto poco rigido il telaio come si evince dallo sfregamento con il fondo vasca dalle foto ritengo molto gravoso).
                              Poi bisogna stabilire il range in cui far lavorare il sistema, tipo al 70% della potenza massima (una volta stabilito il tempo).
                              Si potrebbe arrivare facilmente intorno i 5000 kg. Naturalmente è un calcolo fatto a mente,tenendo in conto le striminzite e poco realistiche condizioni iniziali e con ipotesi teoriche (è un fantacalcolo).
                              Bisogna vedere poi se la struttura del rastrello riesce a reggere una applicazione puntuale. Sempre che il piano di lavoro del pistone non crei un angolo con quello di lavoro del rastrello.
                              Qualora non vi sia la stessa giacitura bisognerebbe riconsiderare il tutto.

                              Aggiunta:

                              Sarò pedante: però credo che non nuoce .....repetita iuvant

                              Forza=massa x accelerazione Lavoro= Forza x spostamento

                              Potenza= Lavoro\tempo

                              Fissato tempo e spostamento resta la forza. La sommatoria delle forze attive e passive determina quella necessaria. Nel tuo caso come quantifichiamo le forze (attrito) passive?
                              Inoltre: il dimensionamento deve essere tale che qualora subentri una variabile non succeda nulla di grave (esempio....se il sistema è appena suffciente ad erogare la potenza necessaria, qualora le forze passive aumentano di pochissimo che succede? Si blocca.....viceversa se è sovradimensionato, qualora qualcosa va storto distrugge tutto (se il carrello si blocca il pistone invece di bloccarsi distrugge tutto.......)
                              Credo che il sistema dovrebbe essere progettato per erogare potenza secondo esigenza, altrimenti o non funziona o distrugge tutto, a maggior ragione in presenza di materie prime eterogenee.
                              Ultima modifica di Motivo: aggiunta

                              Commenta


                              • #16
                                Ma una caldaia da 60kW,quanta autonomia ha con 2,5m3 di accumulo?
                                Sicuro che serva l'automatismo che immagini?
                                Sei anche fortunato, se la vasca è fatta da 3 anni per altri motivi e aveva già le piastre"levigate"per il binario e le aperture adatte.
                                Ognuno è ciò che è,non ciò che finge di essere....

                                Commenta


                                • #17
                                  Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio
                                  Questo l'ho intuito....ma il rastrello non fluttua.
                                  Dovrà pur scorrere su un supporto (ipotizzo un binario con movimento a stantuffo). Dalle foto da te postate, inoltre, si nota lo sfregamento del rastrello sul fondo della vasca. Riesci a quantificare la superficie sottoposta allo sfregamento\attrito? Praticamente il carrello poggia su un supporto.....qual è la superficie di contatto?
                                  Allora la soluzione ipotizzata delle ruote con profilo a V mi sembra migliore.
                                  In questo caso la superfice di contatto del Binario sarà costituita dal contatto del profilo a V delle ruote con il profilo del profilato angolare ancorato al fondo della vasca.
                                  Questo sistema è lo stesso sul quale scorre il cancello d'ingresso di casa mia.
                                  Guarda il disegno: "" binario con ruote a v sezionato""
                                  Come superfice di contatto, considerando che l'angolare sarà un triangolo rettangolo isoscele con lato obbliquo di 6 cm (maschio)
                                  Le ruote saranno lo stesso triangolo isoscele sempre con lato obbliquo di 6 cm
                                  .
                                  Questa è la superfice di contatto del binario sul suo supporto.

                                  Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio

                                  Come pensi possa avvenire il rotolamento a vasca piena? Come puoi far rotolare il tutto se c'è il materiale? Riesci a figurarti la situazione?
                                  Certo che mi figuro la situazione.
                                  Tu non te la figuri perchè sono stato poco chiaro nella spiegazione.
                                  vediamo se posso fare meglio:
                                  nel disegno : ""binario con ruote a V sezionato"", la: figura F, Rappresenta la parte femmina del sistema questa, come si vede nei punti: T; T1 rimane alzata dal fondo della vasca di 2-3 millimetri e scorre esternamente alla vasca, come si vede nel disegno: ""vista laterale binario con ruote a V"" in modo che il materiale: cippato, mais, Sansa, Nocciolo d'oliva nelle due fasi: massima estensione, e massima contrazione ( passami il termine) non entri nella parte maschio della guida rappresentata nel disegno da: ""Figura M"" , dato che questa rimane sempre coperta.

                                  Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio

                                  Poi bisogna stabilire il range in cui far lavorare il sistema, tipo al 70% della potenza massima (una volta stabilito il tempo).
                                  Io onestamente ""speravo in un 50%

                                  Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio
                                  Si potrebbe arrivare facilmente intorno i 5000 kg.
                                  Quindi i miei calcoli, molto ma moooooolto spannometrici secondo i quali servivano intorno a 9000 Kg erano sbagliati si ma non di tanto ???



                                  Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio
                                  Bisogna vedere poi se la struttura del rastrello riesce a reggere una applicazione puntuale.
                                  Per questo non è un problema.
                                  Tu che dici profilati in ferro spessi 5 millimetri sono sufficienti o devo aumentare ??

                                  Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio

                                  Sempre che il piano di lavoro del pistone non crei un angolo con quello di lavoro del rastrello.
                                  No nessun angolo come vedi nel disegno: ""vista laterale binario con ruote a V"" è parallelo nessun angolo.

                                  Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio

                                  Sarò pedante: però credo che non nuoce .....repetita iuvant

                                  Forza=massa x accelerazione Lavoro= Forza x spostamento



                                  Potenza= Lavoro\tempo
                                  Saro pedante anche io, ma quando il prof. spiegava fisica a scuola io ero con la testa altrove.
                                  Mi mancano le basi per seguire questo discorso.

                                  Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio

                                  Nel tuo caso come quantifichiamo le forze (attrito) passive?
                                  Non lo so

                                  Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio

                                  Credo che il sistema dovrebbe essere progettato per erogare potenza secondo esigenza, altrimenti o non funziona o distrugge tutto, a maggior ragione in presenza di materie prime eterogenee.
                                  E quindi che mi consigli ??
                                  usare la pompa a pressione ridotta ?? così mal che vada il sistema si ferma ??
                                  O cosa ?

                                  Originalmente inviato da mefito Visualizza messaggio
                                  Ma una caldaia da 60kW,quanta autonomia ha con 2,5m3 di accumulo?
                                  Onde evitare fraintendimenti,per accumulo intendo non un puffer, ma un serbatoio piccolino in cui va il combustibile.
                                  La caldaia, ha un serbatoio per il combustibile che arriva a 2.5 m3.
                                  Considerando che per sapere il consumo bisogna sapere:

                                  La potenza in Kw della caldaia: 60 Kw.
                                  Il rendimento della caldaia: 80%
                                  Il potere calorifico del combustibile............. ipotizziamo cippato al 30% di umidità quindi: 800 Kwh/m3.
                                  Densità del Cippato: 250 Kg/m3
                                  Il consumo della caldaia alla potenza nominale è il seguente:

                                  Potenza caldaia/potere calorifico combustibile* rendimento

                                  Quindi:
                                  60 Kw / (800Kwh/m3*0.8)= 0.094 m3/h= 23 kg/h

                                  Ipotizzando 10 ore quotidiane abbiamo:
                                  23*10= 230 kg.
                                  2.5 m/3 sono. 2.5*250= 625 Kg
                                  Considerando che in un funzionamento ipotetico di 10 ore al giorno se ne consumino 230 kg.
                                  Il carico del serbatoio supplementare, durera: 625/230=2.7
                                  Quindi quasi tre giorni.

                                  Originalmente inviato da mefito Visualizza messaggio
                                  Sicuro che serva l'automatismo che immagini?
                                  Secondo te con questi consumi serve ??


                                  Originalmente inviato da mefito Visualizza messaggio
                                  Sei anche fortunato, se la vasca è fatta da 3 anni per altri motivi e aveva già le piastre"levigate"per il binario e le aperture adatte.
                                  Le piastre le aveva mancano le aperture.
                                  Ultima modifica di

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Originalmente inviato da Corel Visualizza messaggio
                                    Allora la soluzione ipotizzata delle ruote con profilo a V mi sembra migliore.
                                    In questo caso la superfice di contatto del Binario sarà costituita dal contatto del profilo a V delle ruote con il profilo del profilato angolare ancorato al fondo della vasca.
                                    Questo sistema è lo stesso sul quale scorre il cancello d'ingresso di casa mia.
                                    Guarda il disegno: "" binario con ruote a v sezionato""
                                    Come superfice di contatto, considerando che l'angolare sarà un triangolo rettangolo isoscele con lato obbliquo di 6 cm (maschio)
                                    Le ruote saranno lo stesso triangolo isoscele sempre con lato obbliquo di 6 cm
                                    .
                                    Questa è la superfice di contatto del binario sul suo supporto.


                                    Certo che mi figuro la situazione.
                                    Tu non te la figuri perchè sono stato poco chiaro nella spiegazione.
                                    vediamo se posso fare meglio:
                                    nel disegno : ""binario con ruote a V sezionato"", la: figura F, Rappresenta la parte femmina del sistema questa, come si vede nei punti: T; T1 rimane alzata dal fondo della vasca di 2-3 millimetri e scorre esternamente alla vasca, come si vede nel disegno: ""vista laterale binario con ruote a V"" in modo che il materiale: cippato, mais, Sansa, Nocciolo d'oliva nelle due fasi: massima estensione, e massima contrazione ( passami il termine) non entri nella parte maschio della guida rappresentata nel disegno da: ""Figura M"" , dato che questa rimane sempre coperta. ?
                                    Io dubito che tu possa rendere ermetico il vano in cui scorrerà il binario. Sono quasi certo che prima o poi il materiale impedirà il rotolamento rendendo vano il tuo tentativo. Pensa solo alla polvere(non quella che si vede sui mobili,ben intesi) che riesce ad infilarsi ovunque.Tuttavia se è la tua scelta........
                                    L'attrito con il sistema a binario è sensibilmente diminuito.


                                    Originalmente inviato da Corel Visualizza messaggio
                                    Quindi i miei calcoli, molto ma moooooolto spannometrici secondo i quali servivano intorno a 9000 Kg erano sbagliati si ma non di tanto ??? ?
                                    Fermo. Ho fatto un'analisi a vista. Non ti sto dicendo che quello è il valore. Diciamo che l'ordine di grandezza può considerarsi sufficiente.

                                    Originalmente inviato da Corel Visualizza messaggio
                                    Per questo non è un problema.
                                    Tu che dici profilati in ferro spessi 5 millimetri sono sufficienti o devo aumentare ?? ?
                                    Non è detto che aumentando gli spessori risolvi. Forse un profilato a doppio c sarebbe più resistente e si presterebbe meglio a distribuire la forza.

                                    Originalmente inviato da Corel Visualizza messaggio

                                    No nessun angolo come vedi nel disegno: ""vista laterale binario con ruote a V"" è parallelo nessun angolo. ?
                                    Quindi la forza applicata farà il lavoro massimo.

                                    Originalmente inviato da Corel Visualizza messaggio
                                    E quindi che mi consigli ??
                                    usare la pompa a pressione ridotta ?? così mal che vada il sistema si ferma ??
                                    O cosa ?
                                    Una cosa del genere. Certamente garantire un margine di sicurezza per arrestare il sistema. Se non sbaglio basterebbe inserire un elettrovalvola per rendere sicuro ed efficace il sistema.
                                    Oppure creare un sistema come quello delle presse, giusto per fare un esempio.
                                    Sei sicuro che con uno spostamento di 70 cm riesci a far avanzare il materiale?

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio
                                      Io dubito che tu possa rendere ermetico il vano in cui scorrerà il binario. .
                                      Assolutamente impossibile rendere ermetico il vano in cui scorre il binario, ma considera che l'unico pezzo che verrà saldato alle piastre del fondo, sono i due binari inferiori: quelli che nel disegno: ""binario con ruote a v sezionato"" è raffigurato dalla: ""figura M"".
                                      Quindi considerando che tutto il resto è abbullonato, io a fine stagione con serbatoio vuoto, posso smontare la parte superiore del binario e pulirle entrambi i componenti del binario, la parte maschio e quella femmina.
                                      La manutenzione la ho già messa in conto.

                                      Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio

                                      Fermo. Ho fatto un'analisi a vista. Non ti sto dicendo che quello è il valore. Diciamo che l'ordine di grandezza può considerarsi sufficiente.
                                      Tu hai fatto un'analisi a vista, io ho fatto un conto moooooooolto spannometrico, e mi meravigliavo del fatto che il mio conto, non era una panzana galattica.

                                      Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio
                                      Non è detto che aumentando gli spessori risolvi. Forse un profilato a doppio c sarebbe più resistente e si presterebbe meglio a distribuire la forza.
                                      Il profilato a doppio c è quello nel disegno ??
                                      Se è quello è lo stesso sul quale ho saldato l'angolare su cui scorrono le ruote del mio cancello d'ingresso.
                                      P: S.
                                      Ma il doppio c per i binari o per i rastrelli che spingono il combustibile ?

                                      Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio

                                      Una cosa del genere. Certamente garantire un margine di sicurezza per arrestare il sistema. Se non sbaglio basterebbe inserire un elettrovalvola per rendere sicuro ed efficace il sistema.
                                      Oppure creare un sistema come quello delle presse, giusto per fare un esempio.
                                      Non conosco il sistema delle presse, ma credo di intuire che questa elettrovalvola blocchi il sistema ad una pressione della pompa predeterminato ??

                                      Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio
                                      Sei sicuro che con uno spostamento di 70 cm riesci a far avanzare il materiale?
                                      Sicuro lo sarò quando mi costruirò un sistema in miniatura, cosa che avevo preventivato.
                                      Ma credo che considerando che i rastrelli, o meglio le parti perpendicolari sono ad una distanza di 50 cm l'una dall'altra, facendoli muovere avanti e dietro di 70 cm il materiale dovrebbe spostarsi.
                                      Ultima modifica di

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Originalmente inviato da Corel Visualizza messaggio
                                        io a fine stagione con serbatoio vuoto, posso smontare la parte superiore del binario e pulirle entrambi i componenti del binario, la parte maschio e quella femmina.
                                        La manutenzione la ho già messa in conto. .
                                        E se ti si blocca prima pieno di materiale?

                                        Originalmente inviato da Corel Visualizza messaggio
                                        Tu hai fatto un'analisi a vista, io ho fatto un conto moooooooolto spannometrico, e mi meravigliavo del fatto che il mio conto, non era una panzana galattica. .
                                        Tu dimostri solo di non avere idea di quello che affermi.






                                        Originalmente inviato da Corel Visualizza messaggio
                                        Non conosco il sistema delle presse, ma credo di intuire che questa elettrovalvola blocchi il sistema ad una pressione della pompa predeterminato ?? .
                                        Non conosci
                                        credi di intuire....
                                        Fondi tutto il tuo progetto sulla non conoscenza delle parti che lo compongono,che attendibilità credi di avere?



                                        Originalmente inviato da Corel Visualizza messaggio
                                        Sicuro lo sarò quando mi costruirò un sistema in miniatura, cosa che avevo preventivato.
                                        .
                                        E come fai a sapere se il risultato è sovrapponibile?
                                        La tua sicurezza può derivare solo da inesperienza,non avendo mai provato a realizzare qualcosa di simile,non hai mai potuto verificato le teorie.
                                        Ognuno è ciò che è,non ciò che finge di essere....

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Originalmente inviato da mefito Visualizza messaggio


                                          E se ti si blocca prima pieno di materiale?
                                          Se si blocca carico il serbatoio della caldaia a mano fino a quando fino a fine stagione non svuoto il serbatoio e risolvo il problema.

                                          Originalmente inviato da mefito Visualizza messaggio

                                          Tu dimostri solo di non avere idea di quello che affermi.
                                          Ma perchè dici questo ???
                                          Se io sono arrivato a stabilire 9 tonnellate non è perchè ho avuto una ispirazione mistica.
                                          Ci sono arrivato andando a rileggermi su internet le leggi della dinamica, ed ho trovato delle formule dalle quali ho ricavato quella forza li.
                                          Ecco uno dei tantissimi documenti che ho letto: [FONT=Verdana][SIZE=4][FONT=Verdana][SIZE=4]


                                          Originalmente inviato da mefito Visualizza messaggio

                                          Non conosci
                                          credi di intuire....
                                          Non è vero che non conosco, la verità è che in questo campo: dei cilindri oleodinamici:
                                          Sono assolutissimamente ignorante.
                                          Dato che dei numerosi lavori che mi sono fatto da solo a casa non ho mai trafficato con un cilindro oleodinamico.
                                          Però la forza di una persona che è consapevole di essere ignorante è quella che essendo conscio del fatto, si adopera per acquisire nuove nozioni in modo da poter accrescere, e di conseguenza colmare questa lacuna.

                                          Poi, come dicevo prima ho un'ottima manualità, ed un'officina molto ben fornita, da fare invidia ad una piccola impresa.
                                          Se vado da un'officina che costruisce i sistemi oleodinamici, o da un rivenditore che sarà sicuramente competente, gli esporrò il problema ne discuteremo, nè più nè meno di come non ho fatto con 90 che mi ha dato preziosissimi consigli, e che ringrazio di nuovo e realizzerò il sistema.
                                          Poi alla fine dei conti si tratta di montare un circuito idraulico e di fare qualche lavoro da fabbro niente di più.
                                          Non devo mica realizzare una centrale termonucleare.
                                          Poi da come parli mi viene il dubbio.................... non è che tu sia un agente che tratta la vendita di sistemi di estrazione a piatti mobili ???


                                          Originalmente inviato da mefito Visualizza messaggio
                                          Fondi tutto il tuo progetto sulla non conoscenza delle parti che lo compongono,che attendibilità credi di avere?
                                          L'attendibilità che sono certo del funzionamento, mi è data dal fatto dall'aver trovato su internet file di sistemi di estrazione come quello che voglio realizzare, che gestiscono caldaie da 2000 Kw, che non sono assolutamente curati nei minimi particolari come sto facendo io con il mio sistema.
                                          Il mio sistema con il binario è nettamente migliore di quelli di cui ti allego un file.

                                          Originalmente inviato da mefito Visualizza messaggio
                                          E come fai a sapere se il risultato è sovrapponibile?
                                          La tua sicurezza può derivare solo da inesperienza,non avendo mai provato a realizzare qualcosa di simile,non hai mai potuto verificato le teorie.
                                          Già mi creo un'idea ed è tanto
                                          Già comincio a vedere se il sistema ha punti che non vanno.
                                          Il sistema, come ti dicevo, è talmente semplice che non bisogna assolutamente essere degli espertissimi nel realizzarlo.
                                          A volte, e questo lo dico perchè mi sono autocostruito una miriade di cose a casa, dicevo a volte le cose se le guardi con ""occhio clinico"" sono molto più semplici di quello che sembrano.
                                          Come diceva un mio amico. "" il mestiere, si ruba con gli occhi""
                                          Intanto io adesso grazie all'utente 90 ho arricchito le mie conoscenze.
                                          a fine mese andrò dall'ingegnere a cui farò vedere le mie idee.
                                          Questo grazie alla sua competenza, mi limerà e correggerà i difetti, mi farà i conti per bene, mi dirà che sistemi di sicurezza e controllo devo montare.
                                          Dopo che avrò tutte queste nozioni, montarlo sarà un gioco da ragazzi.
                                          In fondo si tratta di fare un circuito idraulico.
                                          E mamma mia !!!! che devo fare ?? Avvitare qualche raccordo e fare qualche collegamento elettrico ??
                                          Poi, dovrò tagliare, saldare, ed abbullonare qualche pezzo di ferro a squadro e che sarà mai !!!!!
                                          Ultima modifica di

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Originalmente inviato da Corel Visualizza messaggio
                                            ..................In fondo si tratta di fare un circuito idraulico.
                                            E mamma mia !!!! che devo fare ?? Avvitare qualche raccordo e fare qualche collegamento elettrico ??
                                            Poi, dovrò tagliare, saldare, ed abbullonare qualche pezzo di ferro a squadro e che sarà mai !!!!!
                                            La semplicissima differenza tra il dire ed il fare....
                                            Ognuno è ciò che è,non ciò che finge di essere....

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Originalmente inviato da mefito Visualizza messaggio
                                              La semplicissima differenza tra il dire ed il fare....
                                              Guarda non voglio fare l'elenco delle cose che mi sono fatto da solo, è come autovantarsi, ed è una cosa che non mi piace.
                                              ....................................
                                              Ok dai ti do solo un assaggio di quello che mi sono fatto
                                              ......
                                              .....
                                              .....
                                              .....
                                              .....
                                              .....
                                              .....
                                              .....
                                              ....
                                              .....
                                              .....
                                              .....
                                              .....
                                              .....
                                              .....
                                              .....
                                              .....
                                              .....
                                              .....
                                              .....
                                              .....
                                              .....
                                              .

                                              Mi fermo qui ci sta molta ma moooooolta altra roba che mi sono autocostruito.
                                              Ti dico solamente che in questo momento io e mio fratello stiamo costruendo la sua casa e a parte gli infissi, il resto facciamo tutto noi.
                                              Ed il deposito con l'estrattore che voglio autocostruirmi serve proprio per alimentare una caldaia centralizzata che alimenterà i due appartamenti.
                                              Mi sono scocciato di mettere a posto ed armeggiare con 120 quintali di legna all'anno !!!!
                                              Voglio una cosa completamente automatica.
                                              Come vedi, è vero che tra il dire ed il fare ci sta di mezzo il mare........... ma io, e mio fratello che è altrettanto bravo quanto me, sappiamo nuotare molto bene.
                                              Mi scuso con tutti gli altri utenti se mi sono autovantato, solitamente non lo faccio.
                                              Ultima modifica di Motivo: Eliminato le parti non attinenti alla discussione.

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Originalmente inviato da Corel Visualizza messaggio
                                                Guarda non voglio fare l'elenco delle cose che mi sono fatto da solo, è come autovantarsi, ed è una cosa che non mi piace.
                                                ....................................
                                                Ok dai ti do solo un assaggio di quello che mi sono fatto
                                                ......
                                                .....
                                                .....
                                                .....
                                                .....
                                                .....
                                                .....
                                                .....
                                                ....
                                                .....
                                                .....
                                                .....
                                                .....
                                                .....
                                                .....
                                                .....
                                                .....
                                                .....
                                                .....
                                                .....
                                                .....
                                                .....
                                                .

                                                Mi fermo qui ci sta molta ma moooooolta altra roba che mi sono autocostruito.
                                                Ti dico solamente che in questo momento io e mio fratello stiamo costruendo la sua casa e a parte gli infissi, il resto facciamo tutto noi.
                                                Ed il deposito con l'estrattore che voglio autocostruirmi serve proprio per alimentare una caldaia centralizzata che alimenterà i due appartamenti.
                                                Mi sono scocciato di mettere a posto ed armeggiare con 120 quintali di legna all'anno !!!!
                                                Voglio una cosa completamente automatica.
                                                Come vedi, è vero che tra il dire ed il fare ci sta di mezzo il mare........... ma io, e mio fratello che è altrettanto bravo quanto me, sappiamo nuotare molto bene.
                                                Mi scuso con tutti gli altri utenti se mi sono autovantato, solitamente non lo faccio.
                                                Qualsiasi cosa è "facile" in due casi,quando si ha padronanza dell'argomento,oppure quando non si è in grado di percepirne le complessità.
                                                Ognuno è ciò che è,non ciò che finge di essere....

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Originalmente inviato da Corel Visualizza messaggio
                                                  Voglio una cosa completamente automatica.
                                                  Mah, se non sbaglio un certo Archimede ha inventato un certo tipo di vite anche nominato coclea...
                                                  Pensare di utlizzarne una senza entrare in astrusi e quanto meno fantasiosi calcoli su attriti volventi e\o di strisciamento?
                                                  ACTROS
                                                  "CB COMINO"

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Originalmente inviato da Actros 1857 Visualizza messaggio
                                                    ha inventato un certo tipo di vite anche nominato coclea...
                                                    Avevo ipotizzato la coclea all'inizio, dato che è molto più semplice come gestione realizzazione come tutto.
                                                    Il problema è che data la natura del materiale, e la forma della vasca, (rettangolare) con la coclea si creerebbero dei ponti all'interno del materiale.
                                                    Infatti in altri tipi di estrattori, che vengono montati in depositi rigorosamente di forma quadrata o circolare utilizzano un sistema di bracci rotanti che spinge il materiale in una coclea.
                                                    Metto due foto per farti vedere i due sistemi.

                                                    Originalmente inviato da mefito Visualizza messaggio
                                                    Qualsiasi cosa è "facile" in due casi,quando si ha padronanza dell'argomento,oppure quando non si è in grado di percepirne le complessità.
                                                    Questo è verissimo.
                                                    Ma dato che nessuno nasce dotto, sto discutendo e ricercando notizie a riguardo della realizzazione di questo sistema.
                                                    Quando avrò tutte le conoscenze necessarie passerò alla sua realizzazione.
                                                    Del resto di fare questo sistema, non se ne parlerà prima di Maggio Giugno 2010, quindi ho tutto il tempo necessario per assorbire quante più informazioni possibili.
                                                    Oltre a questo a fine mese devo parlare con l'ingegnere meccanico.
                                                    Quindi penso che a livello di nozioni basteranno ed avanzeranno.
                                                    Poi nonostante ciò,se dopo tutto questo la cosa non funzionerà, avrò buttato un po di soldini dalla finestra ed avrò fatto una nuova esperienza.................sbagliando si impara.
                                                    Ultima modifica di

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Non c'è bisogno che metti foto, so benissimo come sono fatti e so benissimo anche come far si che alla coclea giunga sempre materiale...basta rubare le idee altrui...
                                                      ACTROS
                                                      "CB COMINO"

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Originalmente inviato da Actros 1857 Visualizza messaggio
                                                        ...basta rubare le idee altrui...
                                                        Quoto al 200% questa affermazione.
                                                        Logicamente nel senso buono del termine.

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Originalmente inviato da Corel Visualizza messaggio
                                                          Assolutamente impossibile rendere ermetico il vano in cui scorre il binario, ma considera che l'unico pezzo che verrà saldato alle piastre del fondo, sono i due binari inferiori: quelli che nel disegno: ""binario con ruote a v sezionato"" è raffigurato dalla: ""figura M"".
                                                          Quindi considerando che tutto il resto è abbullonato, io a fine stagione con serbatoio vuoto, posso smontare la parte superiore del binario e pulirle entrambi i componenti del binario, la parte maschio e quella femmina.
                                                          La manutenzione la ho già messa in conto. .
                                                          Si...ho capito....il problema con il tuo binario non a scorrimento ma a rotolamento è la frequenza di manutenzione, oltre al fatto che con quello a scorrimento riuscirai a svuotare la vasca, al massimo con più attrito. Con i rulli se ti si blocca sei fermo.
                                                          Perchè fare un automatismo se poi quest'ultimo potrebbe essere inefficace allo scopo?
                                                          Io credo che la soluzione binario non sia la scelta tecnica migliore.

                                                          Originalmente inviato da Corel Visualizza messaggio
                                                          Tu hai fatto un'analisi a vista, io ho fatto un conto moooooooolto spannometrico, e mi meravigliavo del fatto che il mio conto, non era una panzana galattica. .
                                                          Come potrai vedere nella figura che hai postato, chi ha progettato il sistema ha agganciato il pistone in modo tale che il maggior sforzo venga effettuato in trazione. Tu il pistone lo hai messo dall'altra parte. Come vedi il mio dubbio e timore che la struttura possa cedere per lo scarico puntuale in compressione è avvalorato dalla scelta tecnica effettuata da chi già lo ha realizzato.
                                                          Aggiungo e ripeto che dallo sfregamento che si vede in altre foto credo che lo spostamento sia molto superiore ai 70 cm.
                                                          Il calcolo fatto a mente da me tiene conto delle striminzite variabili considerate. Tuttavia poichè le forze in gioco sono comprese in un range di normali applicazioni ingegneristiche la differenza del costo, poichè unitario, risulterà irrisoria. L' insuccesso della cattiva riuscita di un manufatto artigianale potrebbe costarti molto di più, senza contare i rischi per la salute tua e degli altri.


                                                          Originalmente inviato da Corel Visualizza messaggio
                                                          Il profilato a doppio c è quello nel disegno ??
                                                          Se è quello è lo stesso sul quale ho saldato l'angolare su cui scorrono le ruote del mio cancello d'ingresso.
                                                          P: S.
                                                          Ma il doppio c per i binari o per i rastrelli che spingono il combustibile ? .
                                                          Si è quello. Purtroppo dalle tue foto non si vede il punto di aggancio. Poichè hai scritto che un rastrello lungo 8 metri pesa solo 300 kg credo che abbia una struttura molto delicata per reggere uno sforzo di punzonamento che verrà effettuato dal pistone. Una soluzione potrebbe essere il rinforzo con un doppio c che per sua conformazione è indicato per lo schema carico-forza da noi considerato. Naturalmente bisognerà poi saper far lavorare in maniera omogenea l'intero telaio. Altrimenti ogni azione sarà vana ed inutile.

                                                          Originalmente inviato da Corel Visualizza messaggio
                                                          Non conosco il sistema delle presse, ma credo di intuire che questa elettrovalvola blocchi il sistema ad una pressione della pompa predeterminato ?? .
                                                          Non solo.....difficile spiegarlo in due righe. Prova a documentarti su internet. Purtroppo poichè non hai intenzione di trattare una sola materia prima ma diverse con p.s. che si raddoppia, il tuo sistema o sarà sovradimensionato...oppure dovrà variare la potenza erogata.

                                                          Originalmente inviato da Corel Visualizza messaggio
                                                          Sicuro lo sarò quando mi costruirò un sistema in miniatura, cosa che avevo preventivato.
                                                          Ma credo che considerando che i rastrelli, o meglio le parti perpendicolari sono ad una distanza di 50 cm l'una dall'altra, facendoli muovere avanti e dietro di 70 cm il materiale dovrebbe spostarsi.
                                                          Purtroppo il sistema in miniatura ti aiuterà ben poco poichè le tue tolleranze sono così piccole che in scala 1:100 perderesti la veridicità dei dati che acquisiresti. Inoltre data la struttura longilinea del rastrello dovrei lavorare con diametri così ridotti in miniatura che perderesti solo tempo.
                                                          Che si sposti è sicuro......che avanzi non ne sono certo....potresti aver generato solo un enorme agitatore. Io mi lascerei una buona tolleranza per lo spostamento....diciamo fino ai 120 cm.....se poi ne servono meno......tu con consideri la diversa scabrosità dei materiali. Forse per il mais funzionerà......ma la sanza, i noccioli di pesca, etc....non credo.

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio
                                                            Si...ho capito....il problema con il tuo binario non a scorrimento ma a rotolamento è la frequenza di manutenzione, oltre al fatto che con quello a scorrimento riuscirai a svuotare la vasca, al massimo con più attrito. Con i rulli se ti si blocca sei fermo.
                                                            Perchè fare un automatismo se poi quest'ultimo potrebbe essere inefficace allo scopo?
                                                            Io credo che la soluzione binario non sia la scelta tecnica migliore.
                                                            Qui mi sono perso.
                                                            Non ho capito se mi stai consigliando di abbandonare la soluzione con le ruote con profilo a V, e di utilizzare quella con i binari poggiati sulle piastre della vasca.

                                                            Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio

                                                            Come potrai vedere nella figura che hai postato, chi ha progettato il sistema ha agganciato il pistone in modo tale che il maggior sforzo venga effettuato in trazione. Tu il pistone lo hai messo dall'altra parte. Come vedi il mio dubbio e timore che la struttura possa cedere per lo scarico puntuale in compressione è avvalorato dalla scelta tecnica effettuata da chi già lo ha realizzato.
                                                            Si capisco quello che vuoi dire.
                                                            Avevo visto che avevano messo il pistone in modo tale che il maggior sforzo lo faceva in trazione
                                                            Ecco perchè devo andare dall'ingegnere a farmi fare per bene i conti.

                                                            Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio

                                                            Aggiungo e ripeto che dallo sfregamento che si vede in altre foto credo che lo spostamento sia molto superiore ai 70 cm.
                                                            Il movimento, dipende dalla distanza a cui vengono posizionati i rastrelli.
                                                            Il pistone deve spingerli per una distanza maggiore rispetto a quella che ci sta tra rastrello e rastrello.
                                                            Ma poi questo non è un problema, dato che i pistoni, sono proprio la parte che posso scegliere a piacimento, dato che il mio amico ne ha un bel po accatastati di ogni foggia e misura.


                                                            Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio
                                                            Il calcolo fatto a mente da me tiene conto delle striminzite variabili considerate. Tuttavia poichè le forze in gioco sono comprese in un range di normali applicazioni ingegneristiche la differenza del costo, poichè unitario, risulterà irrisoria. L' insuccesso della cattiva riuscita di un manufatto artigianale potrebbe costarti molto di più, senza contare i rischi per la salute tua e degli altri.
                                                            Come ti dicevo ho già contattato una ditta che fabbrica questo sistema, e mi ha chiesto 25.000 € .
                                                            Dai miei primi conti, fatti molto ma molto superficialmente, considerando che i pistoni non li pago, secondo me con 1.000€ acquisterò le componenti del sistema oleodinamico.
                                                            Ho già dato un'occhiata su internet su siti che vendono questa roba, e per:
                                                            Motore elettrico, serbatoio olio da 15l; pompa idraulica da 42 cc, elettrovalvola, spenderei meno di 800€.
                                                            Quindi 1.000/1.200 euro per il sistema oleodinamico
                                                            Altri 1.000 euro per il ferro, ammesso che non riesca ad utilizzare le rotaie, che ho già in magazzino.
                                                            sarei a 2.500€, che sono 1/10 di quello che mi hanno chiesto.
                                                            E' una bella differenza non trovi????

                                                            Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio
                                                            Si è quello. Purtroppo dalle tue foto non si vede il punto di aggancio.
                                                            Invece si vede ed è proprio per quello che sono andato sul binario con le ruote a V.
                                                            Praticamente ""il montante "" è imprigionato in una U o C rovesciata rovesciata e vi scorre dentro, ti posto la foto: ""deposito con rastrelli "" , e si vede in quello indicato dalla freccia, la U rovesciata all'interno della quale scorre il montante.

                                                            Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio


                                                            Poichè hai scritto che un rastrello lungo 8 metri pesa solo 300 kg credo che abbia una struttura molto delicata.
                                                            Come ti dicevo sono in fase di progettazione, ancora può cambiare tutto.
                                                            Per i binari se uso le rotaie sto tranquillissimo per quanto riguarda la resistenza allo sforzo.

                                                            Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio

                                                            Purtroppo poichè non hai intenzione di trattare una sola materia prima ma diverse con p.s. che si raddoppia, il tuo sistema o sarà sovradimensionato...oppure dovrà variare la potenza erogata.
                                                            Oppure potrò creare un sistema di cui posso regolare la potenza, e questa cosa me la dirà chi mi venderà i componenti oleodinamici.
                                                            Il concetto che voglio chiarire, è che io non sono con la saldatrice, troncatrice, sega a nastro accesi pronto a partire.
                                                            Sul sistema ci inizierò a lavorare a Maggio/Giugno 2010 e fino ad allora mi documenterò il più possibile facendo un miliardo di ipotesi.

                                                            Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio

                                                            Purtroppo il sistema in miniatura ti aiuterà ben poco poichè le tue tolleranze sono così piccole che in scala 1:100 perderesti la veridicità dei dati che acquisiresti.
                                                            Era una delle tantissime idee, che sicuramente metterò in pratica.
                                                            magari non servirà a nulla, ma potrebbe farmi capire qualcosa.

                                                            Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio

                                                            Io mi lascerei una buona tolleranza per lo spostamento....diciamo fino ai 120 cm.....se poi ne servono meno......tu con consideri la diversa scabrosità dei materiali. Forse per il mais funzionerà......ma la sanza, i noccioli di pesca, etc....non credo.
                                                            Questa tua affermazione è quella che mi solleva di più, dato che i pstoni che sono la parte più costosa del sistema, li posso scegliere senza problemi di prezzo, quindi seguirò il tuo consiglio di aumentare la corsa del pistone.
                                                            Per il materiale se non riuscirò a "spingere" di tutto vorrà dire che mi limiterò solamente a mais, cippato e nocciolo di olive, proggettando e costruendo tutto in funzione di questi.
                                                            Comunque ripeto avrò molte più nozioni quando andrò dall'ingegnere, e quando mi arriverà il primo preventivo del sistema oleodinamico che ho chiesto, e che nel giro di oggi o domani l'officina mi manderà.

                                                            P. S.

                                                            Il rastrello che vedi in foto, ""lavora "" per spingere cippato, in una vasca interrata che ha queste dimensioni:
                                                            Altezza: 4.5 m.
                                                            Larghezza: 7 m.
                                                            Lunghezza: 14 m.

                                                            Rispetto a questo il mio è davvero un giocattolino.
                                                            Il mio conterrà ""solo"" 19 tonnellate, questo ne contiene 132 !!!!!!!!!!!
                                                            E come specificato nel pdf dal quale ho preso la foto. i rastrelli sono lunghi 11 metri e larghi 1.75 metri ciascuno.
                                                            Da questo con un po di occhio posso copiare e capire il dimensionamento del mio.
                                                            In tutta onesta davvero credi che dopo conti di un ingegnere, discussioni su internet, non riesca a realizzarmelo da solo ??

                                                            P.P.S

                                                            Mi è appena arrivata la risposta di un'officina che costruisce sistemi a coclea, e mi ha detto che è impossibile realizzare una coclea lunga 8 metri e mi ha consigliato un deposito rotondo, ti posto una pezzo.

                                                            """"""""""""Capisco che per alimentare una caldaia di una villa bifamiliare non possono essere spesi molti soldi ma, a mio parere, una vasca rotonda di 4 metri di diametro e 4 metri di altezza (50 m3) dotata di estrattore planetario risolve il problema.

                                                            È chiaro che un estrattore planetario di questo tipo costa circa euro 36.000,00 ed in più c’è il costo della vasca e degli impianti connessi """"""""""""".

                                                            36.000 ( trentaseimila euro ) per un estrattore !!!!!
                                                            Sono sempre più intenzionato a costruirmelo da solo.

                                                            Come dicevo in precedenza, mi hanno mandato il preventivo del sistema oleodinamico:
                                                            Cilindro+centralina 4.2 cc da 7 litri azionata tramite elettrovalvola, totale 1239€ .
                                                            ed inoltre:
                                                            Massima pressione centralina 180 bar.
                                                            Tempo stimato per un ciclo 78 sec .
                                                            Forza in fase di allungamento Kg. 7850 a 100 bar
                                                            Forza in fase di rientro Kg. 5887 a 100 bar.

                                                            Considerando che il cilindro non mi serve, verrei a spendere 945€, bene rientro nella previsione di spesa.
                                                            Il mio amico mi ha chiamato nel pomeriggio e mi ha detto che mi ha messo da parte due cilindri oleodinamici con alesaggio 10 cm e corsa 100 cm, l'avventura sta iniziando !!!
                                                            Capita tutto a fagiolo specialmente dopo i 36.000€ del preventivo per un sistema a bracci rotanti.
                                                            Poi..... volevo porre una domanda a 90 c.
                                                            Oggi mentre scavavo tracce per l'impianto elettrico mi è venuta una idea: se la parte perpendicolare dei rastrelli ( quella che spinge) invece di farla 10 cm la facessi più bassa, ad esempio 5 cm non sarebbe meglio ???
                                                            Le parti strutturali del piatto mobile subirebbero meno carichi, servirebbe meno forza del pistone dato che taglia una fetta di 5 cm e non di 10.
                                                            Anche se servirebbero più cicli per riempire il serbatoio della caldaia, andrebbe bene uguale, dato che a me interessa immettere una quantità di combustibile per tenere la caldaia sempre alimentata.
                                                            Ultima modifica di

                                                            Commenta

                                                            Annunci usato

                                                            Collapse

                                                            Caricamento...
                                                            X