MMT Forum Macchine
  • Questa sezione è riservata agli utenti registrati. Se non sei registrato e desideri ricevere assistenza tecnica all'utilizzo del forum
    CONTATTA IL NOSTRO STAFF

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

biotrituratori

Collapse
X
 
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • dimenticavo...ho visto solamente un AL-KO LH 2800 a E 300 circa...

    Commenta


    • https://www.agrieuro.com/biotriturat...re-p-5738.html

      questo lo produco io... con una spesa un po maggiore hai un tritone sprint completamente made in italy, con un motore fatto a 500metri dal nostro stabilimento, lame di qualità e la garanzia (oltre a quella di legge) di avere un azienda nata nel 1889 reale che puoi chiamare per ogni tua domanda. ciao
      [url]www.ceccato-olindo.it[/url]

      Commenta


      • Buonasera a tutti. Sono nuovo in questo forum e sono alle disperata ricerca di aiuto. Avrei bisogno di trovare qualcuno che possiede un biotrituratore green tecnick BC60 ... ho acquistato questo biotrituratore usato ma senza il rotore. Me lo vorrei costruire se qualcuno possiede quel modello mi potrebbe passare qualche foto ?? Grazie

        Commenta


        • Autocostruirsi il rotore di un biotrituratore è un'operazine non di certo impossibile a chi ne ha le capacità, resta però il fatto che si tratta sempre di una massa in rotazione con tutti i rischi che la dinamica del moto può procurare.
          Vedendo il tipo di biotrituratore, dubito comunque che la spesa per un nuovo rotore acquistato presso il produttore sia tanto superiore all'autoproduzione.
          ACTROS
          "CB COMINO"

          Commenta


          • Credo anch'io che la costruzione del rotore senza i dati di progetto sia già difficoltoso per chi opera nel settore. L'autocostruzione poi la vedo ancora più problematica.

            Commenta


            • Avete completamente ragione, ma vorrei capire anche dalle foto quanto complesso sia il sistema rotore di quella macchina. Se qualcuno ha o conosce qualcuno che possiede un biotrituratore Green Tecnik Bc 60 sarebbe per me utile avere qualche foto !

              Commenta


              • Originalmente inviato da Ale.cgm.89 Visualizza messaggio
                Avete completamente ragione, ma vorrei capire anche dalle foto quanto complesso sia il sistema rotore di quella macchina. Se qualcuno ha o conosce qualcuno che possiede un biotrituratore Green Tecnik Bc 60 sarebbe per me utile avere qualche foto !
                l'unico consiglio sano che ti posso dare è di Comprarla...
                [url]www.ceccato-olindo.it[/url]

                Commenta


                • Mi sapreste dire l'ingombro della base del ceccato tritone e del tritone maxi con e senza ruote?
                  Grazie

                  Commenta


                  • Salve,
                    secondo voi che differenze ci sono tra questi due trituratori?
                    A parte il motore che uno è Honda e l'altro una copia cinesecinese o qualcosina di meglio?

                    Sembrano proprio uguali anche nel sistema di taglio

                    https://www.agrieuro.com/biotriturat...ore-p-855.html

                    https://www.agrieuro.com/biotriturat...re-p-6108.html

                    Nel dubbio acquisterei il tritone però ...250euro di differenza

                    Commenta


                    • Salve.
                      E' esattamente lo stesso biotrituratore, vengono prodotti da Ceccato e verniciati di verde per la marca Agrieuro.
                      La differenza la fa il motore, che nel caso del Ceccato è l'Honda serie GX top di gamma.
                      Non saprei consigliarti, io ho preso un paio di anni fa il Tritone Maxi con il motore cinese e mi sono trovato benissimo, è veramente un attrezzo semi-professionale, robustissimo. Il motore cinese per ora è sempre partito anche se per accenderlo si deve far girare tutta la massa interna del trituratore e quindi ci vuole una discreta forza. Che dire, per quanto riguarda la marca Ceccato te la straconsiglio. Per il motore, fai tu, pensa anche a quanto intenderai usarlo.

                      Commenta


                      • Grazie per la risposta.
                        Avevo anch'io la convinzione che fosse il tritone verniciato di verde per Agrieuro a cui è stato messo il motore Axo: se i 250 euro di differenza sono solo per il motore la cosa non mi convince, troppa differenza, ci deve essere qualche altra differenza a noi sconosciuta.
                        Per esempio la differenza di prezzo tra motore Honda e Loncin non credo arrivi a 250€
                        Tra l'altro ricercando in rete mi par di capire che quel motore (A70) non è più in produzione perchè sul sito, stando ai dati di cc e hp, quello che più si avvicina all'A70 è il seguente:
                        https://www.axo-group.com/it/prodott...hv/amg-210.php
                        la figura è diversa quindi forse c'è un nuovo modello di motore e quello montato sul trituratore di agrieuro è sorpassato.

                        A me serve per tritare la potatura di circa 50 alberi da frutta e un paio di alberi ornamentali. Prima tagliavo e mettevo nei bidoni per la raccolta del verde ma era un lavoraccio; gli ultimi 3 anni ho bruciato ma ora, viste le leggi vigenti (e alcuni vicini) preferisco il trituratore.
                        Ovvio che quelli elettrici, tipo Al-Ko o Wolfgarten, sono troppo piccoli per la mole di lavoro e quelli a motore sono forse troppo però lo ritengo un "investimento" a vita.

                        Ciao

                        Commenta


                        • Ciao MarcoAL
                          C è sicuramente una differenza tra i 2 motori molto importante. tieni inoltre conto che i motori del tritone verde sono procurati da agrieuro, quindi hanno un "passaggio commerciale" in meno... non vorrei inoltre che agrieuro abbia ancora dei prezzi vecchi su questi modelli avendone a magazzino.. quindi potrebbe essere un affare acquistarli!
                          La Ceccato Olindo acquista esclusivamente Honda, azienda con cui abbiamo una partnership solida. tutti i nostri modelli di macchine che montano motore honda sono stati provati e certificati dai loro tecnici presso la nostra sede.
                          detto ciò ti posso dire che con honda hai un motore ai massimi livelli e hai un azienda dietro, una struttura su cui contare, con l'altro motore no.
                          in entrambi i casi hai una garanzia di 2 anni ovviamente.
                          [url]www.ceccato-olindo.it[/url]

                          Commenta


                          • Buonasera a tutti!
                            Ho appena acquistato e testato un GTS1300 della GTM Professional. Monta un motore da 13Hp, due lame su tamburo e una controlama, scarico alto, ruote ben distanziate e dimensionate, peso contenuto e facilità di smontaggio tramoggia e scarico per trasporto in furgoni chiusi.
                            Le prime impressioni sono ottime: ho affrontato un discreto quantitativo di potature di olivo, sia secco che verde, sudando copiosamente per star dietro alla macchina. La tramoggia non è enorme, e qualche volta ho dovuto spingere bene per far arrivare sul fondo le potature. Del resto si sa che l'olivo tende ad avere tante biforcazioni ostili!
                            Il motore non è mai andato in affanno, e il sistema a tamburo fa in modo che siano le lame stesse a "tirarsi" dentro le potature.
                            Il cippato prodotto è piuttosto grossolano, ma del resto ho acquistato questa macchina per ridurre il volume degli scarti, non per avere un prodotto fine.
                            Ultima nota moooolto positiva: il prezzo.
                            Consigliata per piccole/medie imprese di giardinaggio, aziende agricole con frutteti, gestione parchi.
                            Un saluto a tutti!

                            http://www.gtmprofessional.com/websh...G#.Wt5Vly5ubIU

                            Commenta


                            • Salve a tutti, e il mio primo post su questo forum.
                              Da ieri sono diventato anch'io possessore di un biotrituratore usato ma praticamente pari al nuovo FCRFANCELLI che da quello che ho notato e uguale in tutto e per tutto al Ceccato Tritone Maxi, una volta portato a casa ho voluto provarlo ma pioveva e quindi i rami della siepe di Leilandi era molto bagnata e quindi dopo 2 rami ho subito rinunciato perché subito ho notato che con il prodotto bagnato non si va' da nessuna parte.
                              A questo punto aspetterò che con il passare dei giorni il tutto si asciughi per fare la prova se farà al caso mio oppure di rimetterlo in vendita.
                              Tengo a precisare che mi servirebbe al 90% per triturare ramaglie della mia grande siepe per una lunghezza complessiva di circa 120/130 metri e quindi di scarto ne viene fuori a quintali.
                              Accetto tutti i consigli per operare nel migliore dei modi dato che non ho pratica con questi attrezzi e per ultimo vorrei capire come faccio nel riconoscere se i coltelli devono essere ripristinati oppure no, ho smontato l'imbuto di scarico e ad occhio mi sembrano più' che apposto.
                              Grazie per delle eventuali risposte



                              Commenta


                              • Oggi visto la giornata di sole ho voluto riprovarlo ma prima ho dovuto spruzzare un po di svitol su un gruppo di martelli dato che ho visto che si erano bloccati causa un po si ossido, rimontato il tutto messo in moto e devo dire che stavolta ne sono stato entusiasta dato che ha lavorato alla grande e si tirava dentro anche i rametti di piccole dimensioni. per ora pienamente sodisfatto :-)

                                Commenta


                                • Ecco un po' di foto del mio gioiellino :-)
                                  Attached Files

                                  Commenta


                                  • Originalmente inviato da nascarone Visualizza messaggio
                                    Ecco un po' di foto del mio gioiellino :-)
                                    Buongiorno Nascarone,
                                    La cosa fondamentale per questa macchina è di tenere affilati i coltelli.
                                    Lo si può fare tramite una macchinetta con carta vetrata a nastro e va passato solo ed esclusivamente dalla parte interna della lama, (la parte che non si vede dalle foto, opposta alle teste delle viti).
                                    l'eventuale passaggio di carta vetrata sul tagliente dalla parte delle teste delle viti rovina la lama.
                                    quando vedi che non tira più dentro , non sforzare, affila le lame.
                                    ciao e Buon Lavoro
                                    [url]www.ceccato-olindo.it[/url]

                                    Commenta


                                    • Grazie infinite Olindo per la tua risposta,se devo essere sincero lo volevo acquistare nuovo da Agrieuro il Tritone Maxi ma poi ho trovato questo usato ma molto poco,che confrontandolo con il Tritone lo trovo uguale identico, cambia solo il colore e devo dire che ho fatto un'ottimo affare. unico problema e che non ho le istruzioni di uso e manutenzione anche se credo non siano indispensabili ma dato che ho l'onore di chiedere direttamente al produttore del prodotto perché sono sicuro che anche questo e un tritone maxi volevo chiederti se mi puoi inviare per email il pdf te ne sarei veramente grato. per finire grazie per la dritta delle lame, visivamente mi sembrano apposto, ma per capire se devono essere affilate indipendentemente del tiraggio si riesce a capire anche visivamente oppure no. mibe61@gmail.com





                                      Originalmente inviato da Ceccato Olindo Visualizza messaggio
                                      Buongiorno Nascarone,
                                      La cosa fondamentale per questa macchina è di tenere affilati i coltelli.
                                      Lo si può fare tramite una macchinetta con carta vetrata a nastro e va passato solo ed esclusivamente dalla parte interna della lama, (la parte che non si vede dalle foto, opposta alle teste delle viti).
                                      l'eventuale passaggio di carta vetrata sul tagliente dalla parte delle teste delle viti rovina la lama.
                                      quando vedi che non tira più dentro , non sforzare, affila le lame.
                                      ciao e Buon Lavoro

                                      Commenta


                                      • le lame sono affilate se taglia e si tira dentro il materiale.
                                        per il libretto mandami una richiesta a info@ceccato-olindo.it
                                        specificando che hai comprato un tritone maxi gx390 usato e vorresti il libretto di uso e manutenzione in pdf che è andato perso. comunque la macchina come vedi è semplice.
                                        [url]www.ceccato-olindo.it[/url]

                                        Commenta


                                        • Originalmente inviato da Ceccato Olindo Visualizza messaggio
                                          le lame sono affilate se taglia e si tira dentro il materiale.
                                          per il libretto mandami una richiesta a info@ceccato-olindo.it
                                          specificando che hai comprato un tritone maxi gx390 usato e vorresti il libretto di uso e manutenzione in pdf che è andato perso. comunque la macchina come vedi è semplice.
                                          Grazie infinite per tutti i consigli e per il pdf prontamente spedito il giorno stesso della richiesta :-) comunque l’attrezzatura funziona meravigliosamente bene :-)

                                          Commenta


                                          • Originalmente inviato da Ceccato Olindo Visualizza messaggio
                                            le lame sono affilate se taglia e si tira dentro il materiale.
                                            per il libretto mandami una richiesta a info@ceccato-olindo.it
                                            specificando che hai comprato un tritone maxi gx390 usato e vorresti il libretto di uso e manutenzione in pdf che è andato perso. comunque la macchina come vedi è semplice.
                                            Ciao Olindo, volevo sapere se levo il setaccio anche se il tutto viene triturato più' grosso la macchina rende meglio oppure sarebbe meglio lasciarlo?
                                            Grazie per una eventuale risposta.

                                            Commenta


                                            • Questa mattina rimesso il setaccio e triturato rimasugli siepe circa 2/3 quintali di roba, e per finite sparso il tutto sul prato e con il trattorino con una passata sim salabin sparito tutto il tritato :-)

                                              Commenta


                                              • l'attrezzo funziona alla grande e tritura tranquillamente tronchetti di siepe anche di 5/6 cm. di diametro, unica cosa che ho notato che devo spingere il materiale e difficilmente viene risucchiato da solo. per la cronaca tengo il gas al massimo.

                                                Commenta


                                                • Buongiorno a tutti.

                                                  Sono in procinto di comprare un biotrituratore e, dopo essermi informato a sufficienza su internet l'indecisione è rimasta tra due modelli:

                                                  - Il tritone ONE elettrico a 220V

                                                  - Il tritone ONE con motore Honda GX200



                                                  Le macchine, motore a parte da quanto ho capito sono identiche, anche come resa.

                                                  La mia necessità è quella di triturare una siepe di lauro che però presenta rami anche di 5-6 cm. Inoltre si parla di oltre 100 m lineari di siepe, quindi non poco lavoro per la macchina che vorrei acquistare.

                                                  Quale dei due mi consigliereste? E perché? E perché non l'altro?
                                                  La differenza di prezzo è consistente. Devo dedurre che il motore elettrico presente sul modello più economico sia meno affidabile e professionale del motore Honda?


                                                  Grazie,
                                                  Emanuele.

                                                  Commenta


                                                  • Buonasera a tutti. Sono un nuovo membro.
                                                    Vorrei acquistare un biotrituratore e ho visto tantisismi modelli, ho da triturare molte ramaglie e da ripulire molti terreni incolti da anni. Dovrei tritare quindi un po' di tutto ma con diametri non superiori ai 5/6 centimetri di verde e secco fogliame rovi e edera Ho preso inconsiderazione il Negri r95 con motore Honda gx200 lo trovo a 1800 euro. Che ne pensate? Ho visto anche altri tipi. Come il deleks con motore b&s
                                                    HO visto anche il Tritone maxi con motore Gx 390
                                                    E ho dato un occhiata anche su un sito con molti prodotti a minor costo.. Il deleks è molto più potente come motore e come pro avrebbe la facilità di trasporto visto il gancio traino e le ruote agricole. Però vorrei avere un attrezzo che duri nel tempo e che non mi dia problemi.
                                                    Grazie per l attenzione.

                                                    Commenta


                                                    • Buongiorno, ho acquistato un biotrituratore Negri r220 usato, e dovrei affilare le due lame.
                                                      Qualcuno di voi sà dirmi la misura minima della larghezza della lama?

                                                      Commenta


                                                      • Oggi dopo un po di tempo che non lo usavo ho limato le lame e pulito il piatto rotante e và che è una meraviglia, l'unico consiglio che posso dare e che quando si tagliano piante resinate pini,leilandi e quant'altro non triturateli subito perché la resina fà quella pattina che impedisce un corretto funzionamento e magari aspettate una quindicina di giorni dopo il taglio dei rami.

                                                        IL VIDEO DEL MIO GIOIELLO

                                                        https://youtu.be/iA-TMEUBvko

                                                        Commenta


                                                        • Buon giorno a tutti.
                                                          Sono nuvo su questo forum e siccome l' Italiano non è la mia lingua madre, mi scuso in avanti per ogni errore grammatico. E da qualche mese che seguo il forum, e devo dire che anche per merito vostro ho acquisito abbastanza dati sui quali poi ho potuto basare la mia scielta del mezzo. Ed oggi finalmente anche io sono diventato un orgoglioso propietario di un Ceccato Olindo Tritone One con motore Honda GX200. Nel futuro, basando mi sull' esperienza dell' uso del mezzo, faro qualche recensione, cosi per condividere l' informazioni o forse aiutare le persone alla ricerca del biotrituratore giusto o valutazione di essi. Come prima vorrei chiarire che non ho nessuna relazione economica o legale con il produttore del mezzo, o che sia stato pagato per fare pubblicita del loro prodotto.
                                                          Allora, come sono arrivato al acquisizione del biotrituratore?
                                                          Vivo su una collina. L' uliveto si estende per 9 terrazzi sotto casa mia. L' accesso all' uliveto e da casa mia in giu per la collina. La configurazione deI terreno non permette l'uso di un trattore o motocoltivatore ''vero''. Massimo si va con un piccolo motocoltivatore o motozappa di peso intorno agli 100 kg pero di dimensioni ridotte. Spazio per manovre c' e ne poco. Fino ad ora ho dovuto sempre farmi prestare un camioncino dal mio vicino. Parcheggiato il camioncino sul cortile davanti alla casa, portavo il materiale su, poi facevo diverso numero di trasporti da un amico che ha un terreno ampio. Li si scaricava, sempre a mano, e poi il materiale si bruciava tempo ed restrizioni delle autorita permettendo. Cosi gli anni passavano sempre nella stessa maniera. Alle soglie degli 50, il nervo sciatico comincava a sentirsi un po. E poi, pian piano ne avevo anche un le p*%#! piene di queste lezioni di scienza fisica, che tra l' altro consumavano anche molto tempo. Il vicino è ancora disposto a prestarmi il camioncino, visto che la manutenzione gle la facevo sempre io, pero ho detto basta.
                                                          Di prima sono andato in un negozio di una catena che vende utensili vari sia per gli hobbisti che per i profesionali. Pero tutti i cippatori e biotrituratori erano di poce capacita, piu dei giocattoli che roba da lavoro Plastica, plastica e poi plastica. Alcuni modelli elettrici simili gli ho notati pure a Hofer e Lidl. Poi ho visitato un po gli negozi specializzati, ed gli gia si notavano i primi mezzi che hanno svegliato l 'interesse mio. Trasferendomi sugli vari forum, mi si è aperto un oceano dei dati, opinioni, adiritura dei litigi, etc... Scaricavo i dati tecnici dai siti dei produttori e con gli occhi mi mangiavo i video e le opinioni su Yutube. Poi sono ritornato agli negozi specializzati dove ho provato un po a muovere i vari modelli, dai 40 kg fino a 180-190 kg ed a prendere conoscienza dei mezzi. Intenzionalmente non menzionero i produttori o modelli o negozi stessi. Contemporaniamente formavo il budget, mi srivevo i prezzi, che pero in quella fase per me non erano ancora il fattore principale visto che non sapevo ancora di quale categoria sara il mezzo. Cosi ho formato un po delle linee di guida sui quali basare la mia scelta:
                                                          • Disponibilita dei pezzi di ricambio e il servizio di manutenzione. Avendo a disposizione ampia gamma degli utensili a casa, la manutenzione di tutti i mezzi che possediamo me gli faccio sempre da se. La parte del mecchanismo di taglia almeno all inizio pensavo di lasciarla al servizio. Acquisendo dati e conoscienza poi sono arrivato alla consclusione, che il piu del servizio me lo posso fare da se. Anche per questo e visto la vicinanza dell' Italia, la tradizione della produzione ed qualita, ho deciso di scegliere tra i marchi di produzione Italiana.
                                                          • Materiale di costruzione. Ovviamente gia dall inizio era chiaro - niente ''plastic fantastic''.
                                                          • Massa del intero mezzo. Per via della configurazione del terreno ed inclinazione, dovevo vedere quale massa del mezzo mi posso permettere. Come prova ho usato la mia motozappa MAB Formica 90 (un vero gioiello) sulla quale ho montato le gomme ed ho provato a muoverla senza accendere il motore giu e su per uliveto. Dopo un po soffiavo come una locomotiva e i muscoli mi davano la sensazione di avere corso una maratona. Poi mi sono fatto aiutare da mio figlio ed insieme la muovevamo senza sforzi estremi. I 90 kg della motozappa su un terreno pianegiante sono uno scerzo pero sul terreno inclinato diventano tonnelate. In quel momento ho preso la decisione che la massa intera del mezzo non deve superare i 100 kg con i quali in due possiamo lottare ad armi pari. Li ho deciso anche che le gomme devono essere di una dimensione da potere circolare fluidamente e non che il mezzo ti si incolla sulla prima pietra.
                                                          • Diametro di taglio. Oltre il rame degli ulivi, a volte smantellero anche il rame di ciliegge, prugne, fici e cachi. Basandomi sull' esperiezna sapevo che il diametro dei rami poche volte superava i 50-60 mm. Quei pezzi rari di rame del diametro superiore gia in precedente me li tagliavo sempre separatamente per facilitarmi il lavoro a mano quando portavo il materiale fuori dall' uliveto fino al camioncino. Cosi in questa fase mi sono gia un po limitato sugli mezzi da diametro di lavoro da 50 a 60 mm. Cosi sull' orizonte gia era chiara la categoria del mezzo. Contemporaniamente ho notato la prima corelazione tra la massa del mezzo e la capacita del diametro di taglio. Qua ho deciso che la massa deve aggirarsi il piu che possibile intorno ai 100 kg e che i mezzi da 50-60 kg non andavano presi in considerazione anche se piu manegievoli. Gran parte dei marchi Italiani di questa categoria si aggirava intorno ai menzionati diametri e massa scielta.
                                                          • Motore. Visto che il cardano del trattore non si poteva usare, prendevo in considerazione sia il motore eletrico che a scoppio. L' eletrico per via della manutenzione praticamente quasi inesistente. In base alle mie necessita e da quello che ho visto sui dati tecnici, sui forum e su Youtube, sono arrivato alla conclusione che servono alcuni cavalli per avere un funzionamento fluido del mezzo. Per via della necessita dei menzionati cavalli, quando si va con il motore electrico si e subito limitati con uno a 380 V il che per me comportava un problema per il cavo vista la distanza massima di cca 120 m dall' ultimo terrazo fino alla presa elettrica nel garage. Gran parte di quei elettromotori a 220 V sono limitati fino a 3 cavalli di potenza nominale il che significa meno di 2,5 cavalli di potenza effetiva. Cosi sono arrivato alla conclusione di andare con il motore a scoppio. Prendevo in considerazione gli mezzi equipaggiati con il motore Honda e Briggs & Stratton. Il distributore presso il quale poi alla fine ho acquistato il mezzo e che esegue anche dei servizi sugli mezzi, mi aveva detto che anche il motore marchio Loncin non va male e che finora in tutti questi anni non ha avuto gradni problemi con loro. Da quello che diceva, alcuni modelli escono dalla stessa fabbrica che produce i Honda. Pero parole sue, io non ho verificato. E vista l' esperienza che ho gia con la menzionata motozappa che monta il motore Honda GX160, ho scielto che la motorizzazione sara Honda. Qua ho notato la seconda corelazione tra la massa del mezzo, la capacita del diametro di taglio ed la versione del motore Honda. Il piu dei marchi Italiani di questa categoria montavano Honda GX200.
                                                          • Meccanismo di taglio. Quest' area era un po sconosciuta per me, visto che non sapevo come funzionano questi mezzi. Alla fine sono arrivato alla conclusione che il mezzo per essere efficace deve avere almeno 2 lame, una o piu controlame ed 6 o piu coltelli.
                                                          • Scarico. Siccome il resto del materiale trattato lo lasciero per il terreno, mi andavano bene tutti gli tipi di scarico, bassi o alti.
                                                          • Opinione dei propietari. Sono riuscito ad ottenere 2 opinioni degli due diversi marchi Italiani, 1 tra essi era del mezzo scelto. Poi che gli altri marchi erano di concezzione simile, suppongo che no ci sono troppe difference nel funzionamento, qualita e durabilita.
                                                          • Prezzo. Il mezzo poi scielto alla fine era piu conveniente tra il gruppo finale che ho preso in considerazione. Mi sono fatto una tabella degli modelli di categoria scelta con i prezzi online e quelli forniti mi dai distributori. Qui il prodotto alla fine scelto e saltato fuori di qualche centinaio di EUR piu basso degli altri. Poi sono andato dai distributori a negoziare. Alcuni sono scesi di prezzo, alcuni non mi hanno neanche risposto. Niente di grave. Pero durante questa fase si notava sopratutto la diferenza del trattamento del cliente. Pare che alcuni distributori hanno troppo bussines o al personale quando si sciende negli argomenti tecnici approfonditi, non gle le frega niente e ti danno delle risposte motlo superficiali. Specialmente quelli un po piu grandi, dove a rispiondere al telefono c' e sempre una signorina con una voce dolcissima, che pero alla fine non porta da nessuna parte, perche l'informazione non la ottieni siccome il collega non e mai disponibile, o e appena uscito, o e impegnato con un cliente sempre quando chiami. Il distributore dal quale poi ho acquistato il prodotto si preso del tempo e mi ha spiegato praticamente tutti i dettagli tecnici senza il classico modo di un commerciante ''ne ho io uno uguale a casa'', ''il nostro è il migliore di tutti, altri sono una m...'', ''questo usa una nuova tecnologia che ti porta a Marte in un batter d' occhio'', etc... Cosi anche essendo un po piu caro rispetto ad un distributore che annuncia gli prezzi anche online che pero non mi ha neanche mandato il preventivo, il mezzo l' ho preso da lui. Se l' latro mi mandava il preventivo andavo da lui a comprarlo.
                                                          Ecco cosi sono diventato proprietario di questo biotrituratore.
                                                          Ha, ho dimenticato di menzionare. Siccome ho gia tagliato rami sugli alcuni ulivi, non vedevo l'ora di fare la prova d' inizio. È un godia macinare il materiale senza fare i chilometri su e giu.
                                                          Gia di sera, quando mia moglie e tornata a casa, gli ha dato subito il nome - MASTROLINDO.

                                                          Commenta

                                                          Caricamento...
                                                          X