MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Coniglicoltura hobbistica

Collapse
X
 
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • mi ha risposto l'allevatore del coniglio in questione; lo ha definito "nero ibrido c177" per cui credo sia alquanto difficile recuperare dei riproduttori per produrlo e credo siano anche costosi per poi fargli fare poche nidiate all'anno.
    una domanda: io come fondo delle gabbie uso dei listelli di legno (recuperate smontando le vecchie tapparelle di mia nonna), però alcuni conigli le rosicchiano fino a romperle in due. voi cosa usate per il fondo?!
    per principio non vorrei mettere un fondo in rete però quello in legno è insostenibile (va cambiato qualche listello ogni 2 settimane...
    cosa ne pensate dei posatoi in plastica... dato che per fare una gabbia 2 m x 0.72 m mi costerebbe 20 €, vorrei capire se convengono, durano e i conigli non se li rosicchiano!!!
    grazie

    Commenta


    • Ciao.....
      Allevo un centinaio di conigli l'anno che vendo nel mio spaccio agricolo con 8 fattrici che da diversi anni tengo in gabbie metalliche con fondo in plastica, quelli di cui parlavi tu che si trovano comodamente anche in rete. Devo dirti che fin ora non ho mai avuto questo tipo di problema, so che i conigli per natura devono poter tenere a freno la crescita dei propri incisivi ed è proprio per questo che io gli do un pò di mangime pelletteto che è abbastanza duro.
      Comunque tieni conto che magari nelle razzioni che gli passi c'è una carenza di qualche elemento necessario per loro, magari rosicchiando le tapparelle di tua nonna vanno a compensare certe carenze.....
      Motivo in più per dargli un pò di mangime calibrato e quindi completo di tutto quello di cui anno bisogno.....

      Gianni.....

      Commenta


      • Io fornisco tutte le sere una buona porzione di frutta e verdura e dopo una mezzoretta una manciata di mangime ad ogni animale (quasi il doppio alla femmina gravida)...
        il mangime è un misto che faccio con circa 1/3 di mais intero, 1/3 di orzo e 1/3 di triticale...
        poi metto (non tutti i giorni però) una pannocchia intera o un pezzo di pane oppure un fiore secco di girasole...
        hanno sempre a disposizione il fieno...
        in pratica però è sempre la femmina che rosicchia il legno e non lo mangia perchè trovo dei trucioli nella gabbia...

        Commenta


        • Originalmente inviato da Markolino85:) Visualizza messaggio
          cosa ne pensate dei posatoi in plastica... dato che per fare una gabbia 2 m x 0.72 m mi costerebbe 20 €, vorrei capire se convengono, durano e i conigli non se li rosicchiano!!!
          grazie
          I listelli in plastica per le gabbie metalliche sono ottimi, nn so di preciso quanto costino ma hanno una grandissima praticita e comodita perche li trovi facilmente e puoi tagliarli o combinarli per ogni misura di gabbia!
          Ho sempre avuto gabbie con fondo in rete ma a volte dan problemi di piaghe ai piedi e si consuman e rompon molto prime dei listelli in plastica!
          Per l'ibrido nero il problema è sempre lo stesso per tutti i piccoli allevamenti famigliari: per un piccolo allevamento varra la pena ??di solito si cercano nuovi riproduttori (ibridi facilmente o meglio puri di due razze diverse)dagli allevamenti intensivi e poi si fan riprodurre a casa propria per avere ottimi soggetti come il tuo nero che van in padella! spesso i nati son cosi belli e ben fatti che vien la voglia di tenerli per farli riprodurre ma ... riprodurre un ibrido(ameno che nn puoi farlo con suo padre)da molto spesso nascituri con caratteristiche nn ottime quanto il genitore ibrido ... é una degenerazione degli ibridi (Mendel)che gli allevatori professionisti san bene , mentre chi alleva famigliarmente spesso la sottovaluta visto che il reddito nn e certo il fine della nostra passione

          Commenta


          • Originalmente inviato da ale$$io Visualizza messaggio
            ciao a tutti,
            l'altro giorno sono passato al negozio dove mi rifornisco per la campagna e ho letto che un'azienda di mangimi sta facendo un'offerta: un coniglio + 50kg di mangime a 20 euro.
            Mi stava venendo in mette di prenderne qualcuno ma il prezzo dell'offerta è conveniente?
            avrei a disposizine un recinto coperto di 2,50m X 3,50 bastano per allevare conigli per il fabbisogno di casa?
            quanti ne dovrei prendere?
            Grazie ALE$$IO
            nella speranza che qualcuno possa rispondere alle mie domande!
            un'altra domanda ma le gabbie dove accogliere i conigli quanto devono essere grandi?
            ci sono vaccina da fare?
            vi prometto che è l'ultima domanda ma ci sono pericoli che le malattie che ho conosciuto in questa discussione possono trasmettersi all'uomo tramite il consuma di carne, quali sono i pericoli ?
            vi ringrazio anticipatamente

            Commenta


            • per ora ho tutte le gabbie di misura 0.5 m x 1 m... una per la femmina, una per il maschio e due per l'ingrasso in cui metto 4 conigli ciascuna. nella gabbia di ingrasso sono tutti dello stesso sesso... gabbie in rete su struttura di listelli di legno...
              ora però volevo fare delle nuove gabbie da mettere all'esterno fatte in pannelli di legno ricoperti di rete (così non riescono a mangiarli), un lato in rete e il tetto fatto a strati: legno+isolante+lamiera... misura del gabbione 0.7 m x 2 m diviso in tre parti...
              però non fidarti molto sono alle prime esperienze, senti altri pareri... soprattutto per l'ingrasso...
              cmq gente che conosco usa gabbie come le mie e si trova benissimo...

              Commenta


              • salve a tutti, io(e non solo) ultimamente sto avendo dei problemi con i conigli, xke partoriscono, pero poi subito dopo, trovo i picooli morti. E' successo sia alle mie due coniglie che ad una coniglia di mio cugino... E' il periodo, oppure xke tutto questo???

                Commenta


                • strana malattia...

                  salve a tutti, volevo chiedere a tutti voi se avete mai avuto dei conigli con la testa piegata su un fianco...una specie di torcicollo, e ho pure sentito che può essere contaggioso per l'uomo, esiste una cura??

                  Commenta


                  • Originalmente inviato da FERO Visualizza messaggio
                    I listelli in plastica per le gabbie metalliche sono ottimi, nn so di preciso quanto costino ma hanno una grandissima praticita e comodita perche li trovi facilmente e puoi tagliarli o combinarli per ogni misura di gabbia!
                    Ho sempre avuto gabbie con fondo in rete ma a volte dan problemi di piaghe ai piedi e si consuman e rompon molto prime dei listelli in plastica!
                    Per l'ibrido nero il problema è sempre lo stesso per tutti i piccoli allevamenti famigliari: per un piccolo allevamento varra la pena ??di solito si cercano nuovi riproduttori (ibridi facilmente o meglio puri di due razze diverse)dagli allevamenti intensivi e poi si fan riprodurre a casa propria per avere ottimi soggetti come il tuo nero che van in padella! spesso i nati son cosi belli e ben fatti che vien la voglia di tenerli per farli riprodurre ma ... riprodurre un ibrido(ameno che nn puoi farlo con suo padre)da molto spesso nascituri con caratteristiche nn ottime quanto il genitore ibrido ... é una degenerazione degli ibridi (Mendel)che gli allevatori professionisti san bene , mentre chi alleva famigliarmente spesso la sottovaluta visto che il reddito nn e certo il fine della nostra passione
                    Una delle mie femmine mangia anche il fondo in plastica...

                    Commenta


                    • Originalmente inviato da pappadoria Visualizza messaggio
                      salve a tutti, volevo chiedere a tutti voi se avete mai avuto dei conigli con la testa piegata su un fianco...una specie di torcicollo, e ho pure sentito che può essere contaggioso per l'uomo, esiste una cura??
                      Ciao
                      i conigli tengon la testa piegata da un lato in una specie di paresi per una forma di pastorellosi che colpisce a livello nervoso(è molto piu comune la forma che colpisce il sistema respiratorio)e nn sempre porta a morte l'animale che comunque rimane molto menomato!
                      tranquillo comunque la malattia è si contagiosa ma solo per conigli mentre per l'uomo nn mi pare vi sia pericolo

                      Commenta


                      • meno due giorni alla nascita dei miei coniglietti... da domenica ho messo il nido con la paglia alla bestiaccia; lei non si è ancora strappata il pelo e continua a stare tutto il giorno nel nido... vedrà come sarà bello stare nella pentola!!!

                        Commenta


                        • Originalmente inviato da ale$$io Visualizza messaggio
                          nella speranza che qualcuno possa rispondere alle mie domande!
                          un'altra domanda ma le gabbie dove accogliere i conigli quanto devono essere grandi?
                          ci sono vaccina da fare?
                          vi prometto che è l'ultima domanda ma ci sono pericoli che le malattie che ho conosciuto in questa discussione possono trasmettersi all'uomo tramite il consuma di carne, quali sono i pericoli ?
                          vi ringrazio anticipatamente
                          non riesco a capire da quanto hai fatto la domanda. per il coniglio + 50 kg di mangime a 20 euro, penso che devi correre. 25 kg di mangime lo pago dai 9 ai 12 euro a secondo del negozio.
                          dimmi dov'è questo negozio!

                          Commenta


                          • Originalmente inviato da pappadoria Visualizza messaggio
                            salve a tutti, volevo chiedere a tutti voi se avete mai avuto dei conigli con la testa piegata su un fianco...una specie di torcicollo, e ho pure sentito che può essere contaggioso per l'uomo, esiste una cura??
                            Salve a tutti e grazie per quello che ho letto finora... tre giorni mi ci son voluti!!! e l'ultimo messaggio è esattamente la domanda che volevo fare io
                            ho iniziato a settembre con 3 fattrici ed 1 maschio.
                            mangiano orzo la mattina e medica la sera più scarti di verdure
                            ho sempre lasciato la femmina col maschio almeno 7 giorni.
                            il maschio non ne ha ingravidata nessuna x 2 volte ognuna.
                            il maschio l'ho fatto con le olive
                            introdotto nuovo maschio
                            la prima ha partorito nella gabbia con un altra e i piccoli li ho trovati morti
                            la seconda ne ha fatti 4 che hanno 3 settimane e stanno bene
                            la prima ( al secondo parto) la sera non c'era un pelo in gabbia, la mattina una quantità pazzesca e 11 cuccioli morti.
                            da quando ho introdotto il nuovo maschio è comparsa la rogna che su suggerimento della farmacista ho curato con gocce per bambini,
                            son guarite le prime due ma la terza ha cominciato a peggiorare ed ora non sta in equilibrio ed ha la testa completamente girata con un occhio parallelo al terreno, lo sguardo fisso e oggi mi pareva che il naso fosse arrossato.
                            che fare? può contagiare le vicine di gabbia? se l'accoppo lo posso mangiare? la gabbia va tenuta vuota o posso metterci i coniglietti?
                            dopo quanto si separano dalla madre?
                            grazie
                            Marzio

                            Commenta


                            • Originalmente inviato da ilMarzio Visualizza messaggio
                              Salve a tutti e grazie per quello che ho letto finora... tre giorni mi ci son voluti!!! e l'ultimo messaggio è esattamente la domanda che volevo fare io
                              ho iniziato a settembre con 3 fattrici ed 1 maschio.
                              mangiano orzo la mattina e medica la sera più scarti di verdure
                              ho sempre lasciato la femmina col maschio almeno 7 giorni.
                              il maschio non ne ha ingravidata nessuna x 2 volte ognuna.
                              il maschio l'ho fatto con le olive
                              introdotto nuovo maschio
                              la prima ha partorito nella gabbia con un altra e i piccoli li ho trovati morti
                              la seconda ne ha fatti 4 che hanno 3 settimane e stanno bene
                              la prima ( al secondo parto) la sera non c'era un pelo in gabbia, la mattina una quantità pazzesca e 11 cuccioli morti.
                              da quando ho introdotto il nuovo maschio è comparsa la rogna che su suggerimento della farmacista ho curato con gocce per bambini,
                              son guarite le prime due ma la terza ha cominciato a peggiorare ed ora non sta in equilibrio ed ha la testa completamente girata con un occhio parallelo al terreno, lo sguardo fisso e oggi mi pareva che il naso fosse arrossato.
                              che fare? può contagiare le vicine di gabbia? se l'accoppo lo posso mangiare? la gabbia va tenuta vuota o posso metterci i coniglietti?
                              dopo quanto si separano dalla madre?
                              grazie
                              Marzio
                              Bisogna contattare un veterinario onde evitare cure o metodi empirici...quando allevavo conigli per la manifestazione della rogna... sulle orecchie(rogna auricolare)...ad opera di acari...(consiglio spassionato,non devi rimuovere le croste...perchè non farai altro che aumentare il dolore al coniglio)...gli somministravo(ripetevo due volte a distanza di due settimane) mediante iniezione... ivermectina è una soluzione antiparassitaria.Morti i parassiti...noterai che col tempo le croste si staccano spontaneamente...ovvio se c'è un infezione bisogna somministrare anche un antibiotico...in questo caso ti consiglio caldamente un consulto col veterinario...

                              Riguardo al rosicchiamento di parti in plastica o altro non commestibile da parte dei conigli in gabbia...mettete qualche legnetto(legnetto intendo non verniciato o trattato con prodotti chimici...) nella gabbia così in modo da far facilitare l'usura degli incisivi del coniglio che sono sempre in continua crescita...

                              Commenta


                              • Grazie Delf74, mai pernsato di togliere le croste...
                                Si può comunque mangiare??
                                Per il problema rosicchiamento, nonostante le gabbie le abbia fatte in castagno(molto tanninico), è migliorato con l'introduzione di legnetti che trovo regolarmente morsicchiati.

                                Commenta


                                • Nel week-end la mia coniglia avrebbe dovuto partorire... la settimana scorsa era sicuramente piena (non di molti piccoli) mentre oggi è vuota... mistero... secondo me li ha mangiati appena partoriti... almeno l'altra volta li ho trovati morti...
                                  ho provato a metterla al maschio ma lo ha rifiutato in tutti i modi... boh!!!
                                  che faccio?... fra due settimane mangio coniglio?
                                  ho trovato un vecchio che mi darebbe una coniglia (questo è il secondo parto) coperta il 20 febbraio a 25€... approfitto per prenderla?
                                  A me sembra strano... mi vende una coniglia, buona madre... è vero che ne ha altre 4, però?!
                                  che faccio?... come posso capire se si tratta di una fregatura?

                                  Commenta


                                  • Originalmente inviato da ilMarzio Visualizza messaggio
                                    Grazie Delf74, mai pernsato di togliere le croste...
                                    Si può comunque mangiare??
                                    Per il problema rosicchiamento, nonostante le gabbie le abbia fatte in castagno(molto tanninico), è migliorato con l'introduzione di legnetti che trovo regolarmente morsicchiati.
                                    Si parla di rogna...ora non sapendo quale tipo di parassita abbia scatenato la rogna...(essi non c'è ne solo uno..) alcuni di questi trovano terreno fertile anche sul uomo... a te la scelta..se pappartelo o meno...il coniglio impestato...se fossi in te lo curerei e poi in salute forse me lo papperei...

                                    Commenta


                                    • Originalmente inviato da Delf74 Visualizza messaggio
                                      Si parla di rogna...ora non sapendo quale tipo di parassita abbia scatenato la rogna...(essi non c'è ne solo uno..) alcuni di questi trovano terreno fertile anche sul uomo... a te la scelta..se pappartelo o meno...il coniglio impestato...se fossi in te lo curerei e poi in salute forse me lo papperei...
                                      Se hai dubbi sulla salute del congiglio mi pare sia sufficiente fare attenzione a che sia ben cotto quando lo mangi.

                                      Secondo me non serve farsi troppe paure.

                                      In pentola a 100 gradi, per qualche decina di minuti, muore qualsiasi virus, parassita, batterio, ameba, ...

                                      Commenta


                                      • ...non fa una grinza...
                                        per la testa torta nessuno sa nulla? encefalite?
                                        grazie a tutti
                                        Marzio

                                        Commenta


                                        • Originalmente inviato da pavlin Visualizza messaggio
                                          Se hai dubbi sulla salute del congiglio mi pare sia sufficiente fare attenzione a che sia ben cotto quando lo mangi.

                                          Secondo me non serve farsi troppe paure.

                                          In pentola a 100 gradi, per qualche decina di minuti, muore qualsiasi virus, parassita, batterio, ameba, ...
                                          Si certo e magari una bistecca di vacca affetta da brucellosi te la mangi ugualmente...al posto tuo rifletterei un attimino prima di dire certe cose...

                                          Commenta


                                          • Originalmente inviato da ilMarzio Visualizza messaggio
                                            ...non fa una grinza...
                                            per la testa torta nessuno sa nulla? encefalite?
                                            grazie a tutti
                                            Marzio
                                            ciao marzio adesso ti spiego io dato che io o comprato dei libbri per ducumentarmi comunque il titolo è l'allevamento redditizio del coniglio qui troverai tutte le risposte alle tue domande ritornando al discorso la malattia si chiama ENCEPHALITOZOONOSI si manifesta con rotazione assiale della testae perdita di equilibrio sembra che si trasmetta tramite urina ma anche in alcuni casi dalla madre ai feti che nascono già colpiti da questi protozoi i primi sintomi sono evidenziati da torcicollo e possono manifestarsi con intensità variabbile lieve, media, o rapida ok

                                            Commenta


                                            • Originalmente inviato da ilmioconiglio Visualizza messaggio
                                              ciao marzio adesso ti spiego io dato che io o comprato dei libbri per ducumentarmi comunque il titolo è l'allevamento redditizio del coniglio qui troverai tutte le risposte alle tue domande ritornando al discorso la malattia si chiama ENCEPHALITOZOONOSI si manifesta con rotazione assiale della testae perdita di equilibrio sembra che si trasmetta tramite urina ma anche in alcuni casi dalla madre ai feti che nascono già colpiti da questi protozoi i primi sintomi sono evidenziati da torcicollo e possono manifestarsi con intensità variabbile lieve, media, o rapida ok




                                              Terapia
                                              E' importante sottolineare che i farmaci utilizzati possono eliminare il parassita dall'organismo infettato, ma non possono riparare le lesioni che questo ha provocato (lesioni granulomatose nel Sistema Nervoso Centrale), è quindi di fondamentale importanza l'intervenire il più precocemente possibile per prevenire l'insorgenza di lesioni irreversibili. Non esistono farmaci registrati per la terapia dell'encefalitozoonosi del coniglio. I farmaci comunemente impiegati appartengono ad una Famiglia di farmaci antiparassitari registrati per l'uso nell'uomo e per altri animali (bovini, cani e gatti), i farmaci benzimidazolici: albendazolo e fenbendazolo. Questi farmaci, si sono rivelati efficaci e virtualmente privi di gravi effetti collaterali; l'appetito viene considerato un valido indicatore della prognosi: i conigli che continuano ad alimentarsi, seppure con qualche aiuto da parte del proprietario, solitamente guariscono. Quelli che rifiutano il cibo difficilmente superano la malattia.
                                              Durante la fase acuta, in presenza di animali che rotolano appena tentano di muoversi o con vere e proprie crisi convulsive in atto, è indicato l'uso di farmaci sedativi come le benzodiazepine, unito all'impiego di farmaci antinfiammatori quali corticosteroidi (l'uso è ancora dibattuto) e FANS.
                                              La terapia chirurgica è invece riservata solo in caso di coinvolgimento oculare (uveite facoclastica), mediante l'asportazione del cristallino o l'enucleazione del globo oculare (meglio se dopo la risoluzione della fase acuta).
                                              I sintomi possono regredire completamente, oppure può permanere una deviazione della testa da un lato (il cosiddetto "torcicollo") più o meno pronunciato. Nonostante il torcicollo, il coniglio è di solito in grado di condurre una vita pressoché normale e felice, e non va quindi presa in considerazione l'eutanasia solo per la presenza di questo sintomo..
                                              Se altri conigli sono venuti in contatto con il soggetto infetto, è buona norma trattare preventivamente tutti con i farmaci illustrati prima vista l'estrema facilità con cui si trasmette il parassita.
                                              Un consiglio molto utile è la pulizia e la disinfezione della gabbia, delle aree dove il coniglio ha soggiornato e dove è andato ad urinare e tutte le sue suppellettili con candeggina, vapore a pressione, prodotti a base di fenoli. Questi prodotti sembrano essere gli unici efficaci nell'eliminazione delle spore dall'ambiente.

                                              Commenta


                                              • grazie ad entrambi per l'esaustività delle risposte.
                                                Dal mio ho posto fine la scorsa settimana a quella che mi sembrava una vita di stenti, senza considerare poi il possibile contagio dei i vicini di gabbia. Noto la comparsa di croste in forma lieve nel maschio, in una fattrice vicina al parto e nella seconda fattrice che sta ancora coi 4 piccoli di 4 settimane. Stasera assieme all'erba medica li ho trattati con quello spray azzurro di cui non ricordo il nome.
                                                Appena molla la pioggia e posso muovermi coi mezzi farò un recinto 10x10m e provo ad allevarli in garenna, mi sembra che in gabbia facciano una vita grama.
                                                Un'ambiente più salubre potrebbe dare meno problemi parassitari?
                                                C'è qualcuno che ha esperienze a riguardo?

                                                Commenta


                                                • Io non ho esperienza con la garenna ma anche io sono del tuo stesso parere...i conigli più vivono in maniera simile alla natura meno si ammalano...si trovano al loro agio...

                                                  Commenta


                                                  • oltre a tutte queste malattie come va in conigliera?!??!' a me da dio e ho anche abbastaza richiesta....fin troppa x adesso!!!!

                                                    Commenta


                                                    • a me sta andando malissimo la conigliera... l'latro giorno altro parto andato a male... 7 coniglietti, tutti morti... a fine mese dovrebbe partorire l'altra coniglia.

                                                      Commenta


                                                      • Ciao a tutti, ho un problema da esporvi;
                                                        Una coniglia rossa mi ha figliato 50 giorni fa 3 conigli bianchi, però solo uno crese ed è già bello, gli altri due sembra che rimangono sempre così.... cosa può essere?
                                                        Ah lei è rimasta incinta per sbaglio da un suo fratello, però non capisco perchè solo un coniglio cresce bene mentre gli altri rimangono nani...
                                                        Saluti ciao ciao

                                                        Commenta


                                                        • Originalmente inviato da FIAT 27C DIESEL Visualizza messaggio
                                                          Ciao a tutti, ho un problema da esporvi;
                                                          Una coniglia rossa mi ha figliato 50 giorni fa 3 conigli bianchi, però solo uno crese ed è già bello, gli altri due sembra che rimangono sempre così.... cosa può essere?
                                                          Ah lei è rimasta incinta per sbaglio da un suo fratello, però non capisco perchè solo un coniglio cresce bene mentre gli altri rimangono nani...
                                                          Saluti ciao ciao
                                                          se stanno bene in salute,allora è un problema di genetica.

                                                          Commenta


                                                          • Originalmente inviato da FIAT 27C DIESEL Visualizza messaggio
                                                            Ciao a tutti, ho un problema da esporvi;
                                                            Una coniglia rossa mi ha figliato 50 giorni fa 3 conigli bianchi, però solo uno crese ed è già bello, gli altri due sembra che rimangono sempre così.... cosa può essere?
                                                            Ah lei è rimasta incinta per sbaglio da un suo fratello, però non capisco perchè solo un coniglio cresce bene mentre gli altri rimangono nani...
                                                            Saluti ciao ciao
                                                            Ciao FIAT 27C DIESEL
                                                            alloradirei che hai problemmi di consanguinità cioè essendo stata fecondata dal fratello il grado di parentela è elevato e ciò comporta alcuni "problemi"
                                                            In quattro parole la consanguineità(unione di due soggetti con un grado di parentela tra loro)è un metodo di riproduzione, poiche accoppiando soggetti con parentela (quindi con corredo genetico con alcune parti uguali) si ottengono individui (i tuoi nati)con esaltazione di alcuni caratteri genetici!
                                                            Mi scuso ma spiegar la genetica nn è da 5 righe comunque i nati avranno l'esaltazione (cioè si vedranno più evidenti )di alcuni caratteri che però nn è detto siano per te favorevoli
                                                            Per esempio alcuni figli potrebbero aver colore del pelo più intenso, peso maggiore e maggior resa ma magari anche nanismo(molto spesso),deformità o problemi agli arti, denti che crescon molto , debolezza a certe patologie ecc.
                                                            Tutto dipende dal grado di parentela (in %)che i riproduttori hanno tra loro e un po di esperienza nel sceglierli in base alle loro carateristiche fisiche
                                                            Di sicuro posso dirti di nn tener come futuri riprodutt nessun dei nati e evitare di avere riproduttori parenti !
                                                            Se poi hai tempo e voglia di provare ti posso spiegar come provar a riprodurre in consanguineità èper ottenere miglioramenti comunque ti sconsiglio vivamente la prova a caso
                                                            Scusate la sbrodolata di paroloni ma nn son molto sintetico

                                                            Commenta


                                                            • Si non preoccuparti, infatti è già da un paio d'anni che faccio la consaguineità, prima avevo un maschio e sua sorella, poi ho tenuto una figlia, poi un'altra figlia della figlia... in pratica però ho tre fattrici; la sorella del maschio, e due sue figlie che fin'ora mi hanno sempre fatto bene, anzi sono sempre risultati molto rustici e forti, però si vede che essendo rimasta incinta dal fratello è nato quel ch'è nato...
                                                              Ah avevo intenzione di prendere una coniglia nera che non è parente, così magari mischio un po' i caratteri e in futuro cambio anche il maschio...
                                                              Con quei due nanetti, che sono anche zoppi tra l'altro, come devo comportarmi?
                                                              Ciao e grazie mille di tutto

                                                              Commenta

                                                              Caricamento...
                                                              X