MMT Forum Macchine

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Asimina triloba ( paw paw )

Collapse
X
 
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • #61
    asimina?

    Piemonte: 1975 anno in cui ho cominciato l'avventura "asimina".
    Tre impianti tot. circa 300 piante: eliminati per mancanza di smercio del frutto... probabilmente i tempi non erano ancora "maturi".
    ciao

    Commenta


    • #62
      Originalmente inviato da davide64 Visualizza messaggio
      Piemonte: 1975 anno in cui ho cominciato l'avventura "asimina".

      Tre impianti tot. circa 300 piante...
      Ciao Davide , ma a 11 anni facevi già impianti da 300 alberi? o " 64 " è il n° dei tuoi anni?

      Comunque benvenuto , ed avendo avuto così tante piante , potrai dirci le migliori dritte da te imparate per coltivare questa pianta!

      Quello che dici riguardo allo smercio nel '75 è sacrosanto , e secondo me è tutt'oggi il muro più difficile da sfondare ,quello di riuscire a " fidelizzare " clienti su di un frutto nuovo.
      CIAO

      Commenta


      • #63
        Ciao Davide, peccato comunque, se avrai pazienza, la tua esperienza ci sarà di grande aiuto. Ma non na hai propio tenuto nemmeno qualcuna?
        Benarrivato
        daniele

        Commenta


        • #64
          Il 64 è la mia data di nascita ma sono figlio d'arte: mio padre trovò l'asimina per caso in un giardino di un diplomatico, da allora è cominciata l'avventura
          ciao

          Certo che ne ho tenute alcune le piu interessanti tra cui una varietà in particolare (georgia)
          naturalmente la mia esperienza è a vostra disposizione
          ciao
          Ultima modifica di Motivo: il regolamento vieta di inserire post consecutivi nell'arco di 24 ore (utilizza la funzione "Modifica Messaggio").

          Commenta


          • #65
            Ciao Davide, raccontaci allora tutto della simpatica Asimina, come coltivarla, che sapore hanno i suoi frutti, quali trucchi del mestiere.. Insomma, tutto quello che noi neofiti Asimini potremo aver bisogno di sapere!!
            ( io poi sono neofita davvero su tutto!!)
            Grazie e ciao!

            Z.

            Commenta


            • #66
              se devo parlarvi dell'asimina facciamo mattina, fatemi delle domande
              e cercherò di rispondere

              Commenta


              • #67
                Io le domande le ho fatte... che sapore hanno i frutti???

                Z.

                Commenta


                • #68
                  domande

                  Metto le mie :

                  - che prezzi praticavi , per che quantità , a chi vendevi , in che formato di cassette

                  - il frutto regge le manipolazioni ed il trasporto , quanti giorni dura fuori dal frigo , da quali segnali esterni si riconosce il momento di raccogliere

                  - che resa di raccolto ha una pianta al 3° , 5° , 7° anno ed in piena produzione

                  - che vigoria hanno le piante e che potature effettuavi , e quando

                  - eventuali trattamenti per malattie e parassiti

                  - quali sono delle varietà attualmente vendute quelle che consigli , meglio autofertili o no - e perchè

                  - in che zona era l'impianto , in modo da valutarne le condizioni climatiche , e qual'è l'avversità meteo che più temono ( a parte la grandine )

                  Mi scuso se sono poche e troppo generiche...
                  CIAO

                  Commenta


                  • #69
                    ...ecco l'esperto che piu' che amor di produzione va a capire come produrre... Differenza tra amore e business!!!


                    Z.

                    (domande ovviamente importanti...)

                    Commenta


                    • #70
                      Dai Simone!!! così lo spaventi!! tranquillo Davide puoi rispondere con calma le abbiamo appena piantate. e poi tu sei una garanzia il tuo anno di nascita è un sigillo doc.
                      ciao daniele

                      Commenta


                      • #71
                        Al fine di estendere le conoscenze dei membri del CIàP , e parimenti incrementare il lor benessere , mi accingevo ad esercitare con scrupolo la mansione , ben superiore ai miei talenti , di Presidente ...

                        Essendo che sono molto interessato all'asimina , mentre scrivevo una domanda me ne venivano altre 2 , così mi sono limitato alle più importanti...( le ho contate , sono 20 )
                        In effetti facevo prima a chiedergli delle fatture o di vedere direttamente la contabilità!
                        CIAO

                        Commenta


                        • #72
                          è ancora poco Simone da te mi sarei aspettato che il fine settimana lo passasti direttamente da Davide
                          comunque fatti coraggio Davide comincia a dissetare questi assetati di sapere sull'asimina
                          daniele

                          Commenta


                          • #73
                            ciao Zaira ma davvero non hai mai assaggiato l'asimina?
                            partiamo dalla prima importante informazione frutto a polpa gialla o bianca?!!
                            Allora..... scartiamo in partenza la bianca molto meno buona e concantriamoci sulla polpa gialla. Molto profumato,polpa vellutata,cremosa, e gustosa .Anche se non tutti quelli che hanno assaggiata l'anno trovata buona
                            Difetti buccia molto fine,semi un pò grandi (dipende anche dalla varietà) profumo molto invadente ( se messe in frigo non chiuse in un contenitore tutti i cibi del frigo profumeranno di Asimina)

                            Commenta


                            • #74
                              Ciao Davide! No, l'Asimina non l'ho mai assaggiata. Forse avrai capito che qua tra tutti io sono la "passionale" del gruppo, la meno esperta e pratica nelle varie colture. Sui cavalli mi trovi preparata, ma sul mondo vegetale proprio sono... al verde! (ridere, grazie..)
                              Dell'Asimina me ne sono innamorata, un po per il nome, un po perche' e' una pianta che dovrebbe sopravvivere dalle mie parti nonostante la mia ignoranza in materia.
                              Ho letto pero' che il gusto e' tra ananas e banano, che si possono fare le marmellate (cosa per me molto interessante) e che e' un'ottimo frutto ricchissimo di vitamine.
                              La polpa gialla che dici esser migliore, di quale varieta' si tratta?
                              Grazie ancora per la pazienza!

                              Z.

                              Commenta


                              • #75
                                Originalmente inviato da davide64 Visualizza messaggio
                                Il
                                Certo che ne ho tenute alcune le piu interessanti tra cui una varietà in particolare (georgia) naturalmente la mia esperienza è a vostra disposizione
                                ciao

                                Ciao davide64
                                visto che forse sei l'unico che sei in grado di darci delle risposte
                                su questa cara Asimina, il ns "Presidente del CIAP"
                                ilgipeto ed ora anche io, ti stiamo supplicando ma non rispondi?
                                Noi siamo completamente a digiuno di questa pianta, tutto
                                quello che sappiamo è detto dai siti che trovi su internet,
                                stiamo in attesa della tua esperienza che tu hai?
                                Rispondi se vuoi a qualche domanda del post del giorno
                                11.03.2010 h 23.02.57 grazie
                                Un saluto
                                Baffokid

                                Commenta


                                • #76
                                  Ciao Zaira
                                  Per me il frutto del paw paw sa di paw paw se vogliamo provare ad paragonarlo a qualche altro frutto...direi una banana alla crema
                                  La trasformazione in marmellate o altro non ci a mai dato dei risultati apprezzabili,
                                  l'unica nella quale ci siamo trovati d'accordo è il gelato.
                                  Di varietà a polpa gialla ce ne sono diverse la mia è la (georgia).

                                  Commenta


                                  • #77
                                    Grazie Davide per le risposte,
                                    forse hai poco tempo per darci altre numerose info sull'Asimina, e le mie domande sono piuttosto superflue rispetto alle info necessarie per coltivarla.
                                    Ti ringrazio per il tempo dedicatomi, ma mi unisco al coro di assetati di sapere per condividere le tue esperienze!
                                    Ciao e grazie,
                                    Zaira.

                                    Commenta


                                    • #78
                                      Rispondo domanda per domanda.

                                      - che prezzi praticavi , per che quantità , a chi vendevi , in che formato di cassette
                                      Quelle poche che abbiamo venduto le mettevamo a 10.000 lire al Kg

                                      - il frutto regge le manipolazioni ed il trasporto , quanti giorni dura fuori dal frigo , da quali segnali esterni si riconosce il momento di raccogliere
                                      No, il frutto è estremamente delicato, si ammacca facilmente, ed imbruinisce subito, rendendolo meno bello alla vista. Fuori frigo dura pochi giorni, in frigo da 5 a 15 giorni a seconda del grado di maturazione. I frutti maturi cadono dalla pianta, per cui alla caduta dei primi si può procedere ad una raccolta giornaliera.

                                      - che resa di raccolto ha una pianta al 3° , 5° , 7° anno ed in piena produzione
                                      Al 3° anno sei fortunato se li assaggi; al 5° 1-2 Kg per pianta; al 7° 10-12 Kg negli anni migliori.

                                      - che vigoria hanno le piante e che potature effettuavi , e quando
                                      Da approfondire in un altro momento

                                      - eventuali trattamenti per malattie e parassiti
                                      Idem come sopra

                                      - quali sono delle varietà attualmente vendute quelle che consigli , meglio autofertili o no - e perchè
                                      Per un impianto di poche piante è indispensabile l'autofertilità. Ce ne sono diverse varietà. Se l'impianto è di più di 100 unità, allora è un parametro meno importante.

                                      - in che zona era l'impianto , in modo da valutarne le condizioni climatiche , e qual'è l'avversità meteo che più temono ( a parte la grandine )
                                      Primo impianto a Centallo (CN). Sostituite con Nashi nel giro di 10 anni. Secondo impianto a Benevagienna (CN). All'8° anno le piante sono state poi tolte e vendute. Terzo impianto, il migliore, a Borgaro (TO), dove attualmente ce ne sono ancora.
                                      Temono molto la siccità e, dall'altro lato, il ristagno idrico.

                                      Spero di essere stato esaudiente (per ora).

                                      Commenta


                                      • #79
                                        Intanto grazie Davide, chiarimenti: per siccità intendi assenza di pioggie per quanto tempo circa? solo in giovane età o anche da adulte?
                                        per il Ciap; dovremo credo prevedere imballi a separati tipo cachi per intenderci..
                                        daniele

                                        Commenta


                                        • #80
                                          Ciao Davide ,

                                          l'attesa è stata proporzionale all'utilità delle preziose e professionali informazioni che hai messo!
                                          Anche aspettare la caduta dei frutti per raccogliere , e sapere che la raccolta è giornaliera , sono ottimi " extra "

                                          Restano da approfondire solo potature e trattamenti , aspetti sempre importanti anche se secondari nel caso dell'asimina , almeno dalle informazioni che abbiamo reperito.

                                          Per gli imballaggi - anche se c'è tempo - sono d'accordo col Gipeto , tipo kaki o pesche , ma ancor meglio è sentire da chi lo ha fatto che formato ha scelto e come ha protetto questo tanto delicato frutto ( Cfr. 4° mia domanda ...)
                                          CIAO

                                          Commenta


                                          • #81
                                            Intanto grazie Davide, chiarimenti: per siccità intendi assenza di pioggie per quanto tempo circa? solo in giovane età o anche da adulte?
                                            per il Ciap; dovremo credo prevedere imballi a separati tipo cachi per intenderci..
                                            daniele
                                            Si mancanza di pioggia che a volte unita ai venti di fhoen creano problemi ,negli impianti di (cn) bagnavo per allagamento ogni 20 gg. nel periodo estivo, a (to) irrigavo sottochioma.
                                            Gli imballi migliori sono le retine tipo quelle dei frutti esotici.

                                            Restano da approfondire solo potature e trattamenti , aspetti sempre importanti anche se secondari nel caso dell'asimina , almeno dalle informazioni che abbiamo reperito.
                                            Dal quinto anno facevo uno sfoltimento interno , non spuntate!!! il PAW PAW fiorisce in punta.
                                            I trattamenti non sono indispensabili, io a caduta delle foglie davo un anticrittogamico, e un anticocciniglia a necessità. Piu dei fogliari .

                                            Mi sono dimenticato di dire che ad agosto/settembre ci sono frutti da assaggiare per tutti
                                            Ultima modifica di Motivo: unione messaggi consecutivi

                                            Commenta


                                            • #82
                                              Quindi davide, ci inviti da te ad assaggiare i frutti? lo sai che mi troveresti fuori dalla porta di casa eh?? Una scocciante fissata con una pianta che non ha mai visto, non sa granche', e sopratutto le piace tanto per il nome!!!

                                              Il mondo e' pieno di folli passionari...

                                              Z.

                                              Commenta


                                              • #83
                                                Essendo una annonacea, occhio alla potatura, se fa come i miei frutos do conde,e la graviola, e un altro di cui non conosco il nome, i migliori li fa in punta, ad uso e consumo di passeri, (da me tucani, pappagallini, ecc) ed essendo le mie piante nate in natura e non potate i frutti migliori si trovano ad una altezza di 7-8 metri, quindi al di fuori della mia portata che, essendo 85 chili non sono il massimo per scalare alberi.
                                                Per la maturazione e l'annerimento confermo, maturano giorno per giorno e non tutti assieme, e si ossidano e anneriscono in fretta.
                                                Deve esserci un prodotto per evitare l'ossidazione, perché nei supermercati si trovano sempre belli gialli, potrebbe essere solo che li trattano con un pó di succo di limone, proveró a informarmi

                                                Commenta


                                                • #84
                                                  Mi sono dimenticato di dire che ad agosto/settembre ci sono frutti da assaggiare per tutti
                                                  Mi sa Davide, che stavolta ti sei tirato il paw paw ( ops! la zappa..) sui piedi da solo. ad agosto avrai la fila di membri del Ciap e altri davanti a casa, col Presidente che arriverà armato di macchina fotografica, bilancino, lente ingrandimento e blocco appunti per annotare ogni dato!
                                                  bisogna andarci piano a scrivere certe cose
                                                  daniele

                                                  Commenta


                                                  • #85
                                                    Ricordatevi,,,, di avvisarmi con qualche gg. di anticipo, cosi si può organizzare una visita all'ultima porzione di impianto, e magari riesco a prepararvi del gelato al paw paw!!!

                                                    Commenta


                                                    • #86
                                                      Ma ceeeertooo!! ti bastano... 5 mesi d'anticipo???? Bene, io arrivo, sia per la visita guidata ma sopratutto per il gelatooO!!!!
                                                      Scherzo, ma volentieri vorrei venire a vedere l'amorevole Asimina.. Ma una domanda mi sorge spontanea: davide, ora cosa coltivi? Di che ti occupi?
                                                      No perche' se mi dici che coltivi anche piccoli frutti mi sa che mi viene un colpo...



                                                      Z.

                                                      Commenta


                                                      • #87
                                                        Ciao.
                                                        Mi dispiace, ma niente piccoli frutti
                                                        Per ora floricoltura.

                                                        Commenta


                                                        • #88
                                                          vantaggio economico delle piante adulte

                                                          Facciamo assieme 2 calcoli sulla validità economica di scegliere piante giovani che produrranno tra 5 anni ( 10 euro prezzo ufficiale di listino ) oppure piante più adulte che dopo 2 anni daranno frutti ( 30 euro ) http://www.caberardi.it/index.php?op...hk=1&Itemid=34

                                                          Se supponiamo , rivalutandole , che le 10.000 £ ( del vecchio conio , come direbbe odiosamente per l'ennesima volta Bonolis P. ) degli anni '70 siano COME MINIMO i 10 euro d'oggi , e che l'asimina produca solo 1 kg all'anno ogni anno , nei 3 anni di differenza dei 2 tipi di piante avremo ricavato 30euro/pianta , cifra che compensa abbondantemente la differenza di prezzo ; e la convenienza diviene ancora maggiore considerando che da un ordine 30 piante in poi il vivaio pratica sconti.

                                                          Quindi solo apparentemente si risparmia acquistando piante piccole.
                                                          Ultima modifica di
                                                          CIAO

                                                          Commenta


                                                          • #89
                                                            Condivido e approvo l'idea che in via del tutto semi sperimentale si puo' fare un investimento di quella cifra per le "ragazze" piu' mature. In fin dei conti, a parte l'esperienza di Davide, stiamo andando proprio per intuito, e una pianta di 3 anni si investe lo stesso tempo, soldi e sbattimenti che una piu' adulta. Con la differenza che l'adulta produce, e la piccina no..

                                                            Z.

                                                            Commenta


                                                            • #90
                                                              Tieni anche conto Z. , che per fare il calcolo ho usato i dati di Davide64 ( ) , che indica il anno come il 1° " produttivo " , mentre il sopracitato vivaio considera l' .
                                                              In quest'ultima ipotesi la differenza a favore delle asimine adulte risulta essere ancora più evidente.
                                                              Infatti , come giustamente ricordi , il totale dei lavori annuali ( cfr. " sbattimenti " ) da svolgere è il solito , sia che le piante producano o meno , e credo che dovremmo considerare che i primi 3-4 anni di raccolto ( quantitativamente ridotto ) serviranno per proporre , promuovere e stabilizzare la vendita di un minimo di produzione.
                                                              CIAO

                                                              Commenta

                                                              Caricamento...
                                                              X