MMT Forum Macchine
  • Questa sezione è riservata agli utenti registrati. Se non sei registrato e desideri ricevere assistenza tecnica all'utilizzo del forum
    CONTATTA IL NOSTRO STAFF

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Patata: agronomia e tecniche colturali

Collapse
X
 
  • Filtro
  • Data
  • Visualizza
Cancella tutto
new posts

  • ciao
    tra pochi giorni sarà giunta l'ora della zappatura e della rincalzatura, (che eseguo con la motozzappa) che tipo di concime mi consigliate , dato che ho sparso del letame prima della semina e pure la calce cinamide ??? ho una superficie di circa 2500 mt con 500kg di seme (kennebek)!!!! quest'anno ho accuratamente tagliato a meta' tutte le patate da seme sara più conveniente alla raccolta??????? grazie a tutti

    Commenta


    • ciao a tutti da hi633, quest,anno oltre ai gia' precedentemente ricordati 45 kg circa ad uso famiglia (rigorosamente biologiche) abbiamo seminato 8,5 qt di marabel in collaborazione con un coltivatore locale professionista. Alla semina abbiamo concimato con kg 200 di ''agreste'' cocime organico a lenta cessione ricco di elementi,alla prima ricalzatura replicheremo con un altra dose ,poi prodotti fogliari che provvedera' il mio socio.

      Commenta


      • Sembra che ci siano le premesse per una buona annata per le patate. E mi riferisco ai prezzi

        Commenta


        • Originalmente inviato da peperoncino Visualizza messaggio
          Sembra che ci siano le premesse per una buona annata per le patate. E mi riferisco ai prezzi
          Quindi dovrebbe essere una pessima annata nei campi...
          Effettivamente è venuta giù tanta di quell'acqua da allagare tutto , e tanti che non hanno potuto seminare presto ( Marzo - inizio Aprile ) si sono ritrovati le patate marcie sottoterra
          Io mi ritengo fortunato , perchè siamo riusciti a concentrare la semina in soli 2 giorni a metà Aprile , e le patate sono ora alte più di mezzo metro , da rincalzare appena asciuga abbastanza...
          CIAO

          Commenta


          • Non perchè è andata a male in campo ma perchè c'è poca patata in giro per l'europa

            Commenta


            • Speriamo che sia l'annata buona!!!!!!! adesso il prezzo si aggira a 0,60 cent. al kg.
              il grossista mi ha detto che rispetto all'anno scorso ha venduto un migliaio di ql. in meno di patata da seme

              Commenta


              • Originalmente inviato da peperoncino Visualizza messaggio
                Non perchè è andata a male in campo ma perchè c'è poca patata in giro per l'europa
                Ma allora ti riferisci alla fine vendita della raccolta 2009 , o nel senso che il prezzo delle raccolte precoci 2010 ( Marocco , Egitto , Israele , Spagna etc. ) è ben pagato al produttore ?

                Per quanto ne sò io , la tendenza generale in Italia è verso una ulteriore diminuzione delle superfici coltivate , proprio per la non redditività della coltivazione ( la campagna 2009/2010 ha segnato cali dal -10 al -25 % dei prezzi al produttore ) , soprattutto se deve competere con prezzi che nel Nord Europa ( Francia , Belgio , Olanda , Germania ) vanno dai 60 ai 110 Euro / tonnellata ( tonnellata , non quintale ) , ed in Italia , a metà Marzo , di media attorno ai 20 cent / Kg franco produttore

                Spero anch'io che quest'anno vada meglio , ma in generale se il prezzo sale è a vantaggio di pochi scampati ad un flagello , ed a danno della larga maggioranza rimasta senza raccolto
                Ultima modifica di
                CIAO

                Commenta


                • Un momento !!! non mi trovo con i dati che hai riportato. La mancanza è riferita alle patate novelle di cui c'è forte richiesta tanto è vero che se fai un giro nei supermercati ti randerai facilmente conto che nelle buste che indicano la scritta "patate novelle " sono in gran parte patate vecchie spacciate per nuove. LA roba che è venuta dall'Egitto e da israele solo or aha fatto registrare un leggero calo di prezzo ma è rimasta per molto tempo intorno ai 50 cent/Kg.
                  La movella in Sicilia è stata pagata al produttore anche a 55 cent.
                  Ora stanno raccogliendo giù nel napoletano, merce che si spella a 22-23 cent al produttore ma potrebbero realizzare prezzi più alti visto che anche li hanno seminato poco e per giunta le patate sono state seminate una piccola % a gennaio e il resto a fine Marzo quindi queste ultime sono ancora piccole. Come al solito giù a Napoli hanno la frenesia di raccogliere e quindi il prezzo scende ma ho fatto un giro 2 settimane fa in Campania e patate non ne ho visto molte. Inoltre la Spagna non ha patate novelle e quelle che ha le raccoglierà a fine Giugno. Basterebbe coordinare un po i produttori campani per mantenere il prezzo alto

                  Commenta


                  • Originalmente inviato da peperoncino Visualizza messaggio
                    ... non mi trovo con i dati che hai riportato. La mancanza è riferita alle patate novelle di cui c'è forte richiesta ...

                    LA roba che è venuta dall'Egitto e da israele solo or aha fatto registrare un leggero calo di prezzo ma è rimasta per molto tempo intorno ai 50 cent/Kg.

                    Ora stanno raccogliendo giù nel napoletano, merce che si spella a 22-23 cent al produttore...
                    I dati li ho presi in buona parte da Freshplaza

                    http://www.freshplaza.it/news_detail.asp?id=20510
                    http://www.freshplaza.it/news_detail.asp?id=20252
                    http://www.freshplaza.it/news_detail.asp?id=20152

                    e dall'Osservatorio economico nazionale

                    http://docs.google.com/viewer?a=v&q=...NNs5qe_D_Pg7kg

                    che sostanzialmente indicano i problemi meteo che hanno caratterizzato questa parte della stagione , i prezzi erano alti quando da noi ancora non si raccoglieva , solo di recente sono state avviate le raccolte nel Sud Italia ; e 22 cent / Kg non si discosta dal valore che ho indicato nel post precedente

                    Del resto questo conferma che " la gente vuole quello che non c'è " , ed abbiamo pure l'eccezione che conferma la regola :
                    anche il " coordinamento tra produttori " non c'è , ma la gente ( i produttori ) non lo vuole...
                    Ultima modifica di
                    CIAO

                    Commenta


                    • [quote=le rivette;512496]Ma allora ti riferisci alla fine vendita della raccolta 2009 , o nel senso che il prezzo delle raccolte precoci 2010 ( Marocco , Egitto , Israele , Spagna etc. ) è ben pagato al produttore ?

                      Per quanto ne sò io , la tendenza generale in Italia è verso una ulteriore diminuzione delle superfici coltivate , proprio per la non redditività della coltivazione ( la campagna 2009/2010 ha segnato cali dal -10 al -25 % dei prezzi al produttore ) , soprattutto se deve competere con prezzi che nel Nord Europa ( Francia , Belgio , Olanda , Germania ) vanno dai 60 ai 110 Euro / tonnellata ( tonnellata , non quintale ) , ed in Italia , a metà Marzo , di media attorno ai 20 cent / Kg franco produttore

                      Io non riesco a capire come fanno!!! Qui si vivacchia se il prezzo è a 0.30 al kg. figuriamoci a 0.06 al kg e non stiamo parlando dei Paesi dell'est che la manodopera costa pochissimo, magari il seme non costerà come qui, oppure avranno rese da 2000 ql. ad ettaro.

                      Commenta


                      • Originalmente inviato da ts90 Visualizza messaggio
                        Io non riesco a capire come fanno!!! Qui si vivacchia se il prezzo è a 0.30 al kg. figuriamoci a 0.06 al kg e non stiamo parlando dei Paesi dell'est che la manodopera costa pochissimo, magari il seme non costerà come qui, oppure avranno rese da 2000 ql. ad ettaro.
                        Il motivo fondamentale è dovuto alle cosiddette " economie di scala " : tutte le operazioni colturali sono meccanizzate , i campi grandi , regolari e piatti , la terra farina senza sassi , e le semine e le raccolte sono pianificate in base agli accordi stipulati per tempo con la distribuzione
                        Anche il prezzo che nel Nord Europa pagano per le patate da semina dovrebbe parimenti essere un pò più basso del nostro , sempre per gli accordi presi e pianificati a tavolino
                        Le rese produttive italiane passano , nelle Regioni quantitativamente più significanti ( Emilia Romagna , Veneto , Campania , Puglia , Sardegna ) , da 170 a 290 quintali / ettaro , con punte nelle zone più vocate di 400 - 440 q / Ha ; e la media mondiale si attestava , nel 2004 - , sui 180 q / Ha

                        ( Fonti : F.A.O. , ISTAT )
                        Ultima modifica di
                        CIAO

                        Commenta


                        • In effetti il seme costa di meno perchè incide anche il trasporto. LE rese italiane sono più o meno come quelle indicate da le rivette anche se magari occorre aumentarle un poco. Le patate italiane sono decisamente migliori rispetto a quelle francesi a causa del nostro territorio e del clima. Il problema non è quindi il prezzo differente quanto la capacità di valorizzare la patata italiana.

                          Commenta


                          • SI, ma come valorizzarle???? Il consumatore molte volte non guarda da dove, ma quanto costa!!!!!

                            Commenta


                            • Per fortuna guarda - a volte - anche da dove viene il prodotto , e per noi è una fortuna : se e quando dovessero arrivare le patate polacche , per esempio , vedremo cosa accadrà , le ho viste io , in vacanza l'anno passato , vendute in un mercato al cliente finale all'equivalente di 0,08 Euro / Kg ( non hanno ancora l'Euro )...
                              CIAO

                              Commenta


                              • Originalmente inviato da ts90 Visualizza messaggio
                                SI, ma come valorizzarle???? Il consumatore molte volte non guarda da dove, ma quanto costa!!!!!
                                Per unire sia la valorizzazione , che il prezzo , metto questo link ( è in francese , ma i numeri e le rese sono facilmente comprensibili , alle voci " Production " e " Prix " ) :

                                http://www.agrireseau.qc.ca/pdt/docu...rouin_Mark.pdf

                                E' il risultato dell'accordo commerciale tra Canada e U.S.A. , che ha portato ad un raddoppio di superficie coltivata e produzione , a dimostrazione che la politica c'entra eccome nei soldi che entrano in tasca ai produttori

                                Sarà anche interessante sapere cose come il fatto che la Cina , benchè abbia rese di soli 144 q / Ha , ha in mano il 22 % della produzione mondiale , e vende a 81 $ / ton.
                                Nel rapporto compaiono anche altre curiosità , come sapere che i Paesi dove le patate sono meglio pagate sono Siria e Panama ( 860 e 680 $ / ton. ) , che il record di resa produttiva media spetta all' Olanda con 447 q / Ha , ed altre simili amenità

                                I dati sono di fine 2008 , ma le medie nazionali e mondiali si spostano con grande lentezza...

                                Vedendo che il link non funziona a dovere , metto questa traduzione :

                                http://translate.google.it/translate...z%3D1R2ACAW_it
                                Ultima modifica di
                                CIAO

                                Commenta


                                • oggi come oggi produrre non è il problema, quello che ci attanaglia sono i costi della produzione, seme, concimi. trattamenti e manodopera, sono queste le cause con cui dobbiamo fare i conti. Se poi dobbiamo sopportare le importazioni a costo anzi a sottocosto be non ci resta che chiudere bottega. L'esperienza dice che tutte le annate sono diverse, sono arrivato a produrre 600 qli a ettaro, però il prezzo era di 10 cent. al kg. senza contare costi delle celle frigo, dov'e il tornaconto?????????''

                                  Commenta


                                  • Per cercare di aumentare il già scarso tornaconto , in questi giorni stiamo bagnando a scorrimento le patate già rincalzate , quelle ancora da rincalzare attenderanno , dato che sono più piccole

                                    Nonostante sia piovuto molto per tutto Maggio , questa ultima settimana di sole le ha fiaccate , e le abbiamo irrigate generosamente , in previsione della mancanza d'acqua verso Luglio ( cosa che si è verificata in tutti gli ultimi 6 anni )

                                    Benchè non vi fossero segni di peronospora , finita la pioggia ho passato il rame subito , e ad oggi sono sane al 99% ( qualcuna muore sempre )
                                    CIAO

                                    Commenta


                                    • PER PEPERONCINO o altri esperti tecnici : alcune delle patate varieta' draga da me seminate stanno subendo quanto segue: in un primo stadio la pianta perde vitalita' come per macanza d,acqua, per poi ingiallire e morire .
                                      Estrendo la pianta dal terreno riscontro gli steli marciti (nella parte ipogea)
                                      N.B. le altre varieta' , kennebech, bintje,desire' non danno segnali di malesseri, grazie anticipato da hi633

                                      Commenta


                                      • che tempo schifoso, piove, poi fa caldo, e tanta umidità non si riesce a controllare la peronospera mi sembra che come quest'anno non ho mai trattato, chissà come sarà il raccolto.

                                        Commenta


                                        • Originalmente inviato da hi 633 Visualizza messaggio
                                          ... in un primo stadio la pianta perde vitalita' come per macanza d,acqua, per poi ingiallire e morire .
                                          Estrendo la pianta dal terreno riscontro gli steli marciti (nella parte ipogea)
                                          La stessa cosa , apparentemente , mi capita solo con le Madeleine che ho provato per la prima volta quest'anno , ingialliscono in breve tempo , rinsecchiscono e si atrofizzano fino a sparire

                                          La percentuale di piante colpite , almeno per ora ( fioritura terminata ) , è comunque molto bassa : circa una ogni 50-100 a seconda dei campi , con situazioni peggiori nei terreni lavorati da sempre , e migliori in quelli a riposo da qualche anno

                                          Non saprei dirti il nome , ma mi pare qualcosa di " radicale " , che permane a lungo nel terreno
                                          CIAO

                                          Commenta


                                          • penso anche io sia da addebitare a qualche patologia o insetto che opera nella zona radicale. Situazione difficile anche riguardo la dorifora........... ho gia' trattato 2 volte con abbondante deltametrina ,ma resistono tenacemente.
                                            IL tecnico sostiene che si siano abituate alla deltametrina invitandomi ad usare dei sistemici( actara ,confidor) ma io son contrario all'uso di tali sostanze quando si tratta di patate ad uso famiglia
                                            Che soluzione alternativac'e'?

                                            Commenta


                                            • Originalmente inviato da hi 633 Visualizza messaggio
                                              IL tecnico sostiene che si siano abituate alla deltametrina invitandomi ad usare dei sistemici( actara ,confidor) ma io son contrario all'uso di tali sostanze quando si tratta di patate ad uso famiglia
                                              Che soluzione alternativac'e'?
                                              Anch'io sono "allergico" ai prodotti chimici...

                                              Io "uso"... mio padre...
                                              pensionato con taaanto tempo libero...
                                              Va a caccia di dorifore pianta per pianta.... MICIDIALE!!!!!

                                              per sua fortuna il tutto si limita all'orto di famiglia...

                                              Commenta


                                              • Sembrano essere i classici sintomi di attaco di gamba nera!!! Prendi uno stelo e fai una sezione in corrispondenza del colletto. Vedi di che colore è la parte interna dello stelo. fammi sapere cosa trovi. Ripeti l'operazione anche più in alto dello stelo e verifica il colore dei vasi. Se è gamba nera troverai i vasi imbruniti.

                                                Originalmente inviato da hi 633 Visualizza messaggio
                                                PER PEPERONCINO o altri esperti tecnici : alcune delle patate varieta' draga da me seminate stanno subendo quanto segue: in un primo stadio la pianta perde vitalita' come per macanza d,acqua, per poi ingiallire e morire .
                                                Estrendo la pianta dal terreno riscontro gli steli marciti (nella parte ipogea)
                                                N.B. le altre varieta' , kennebech, bintje,desire' non danno segnali di malesseri, grazie anticipato da hi633

                                                Commenta


                                                • grazie 1000 peperoncino........... mentre la dorifora ? un mio vicino di casa cosparge la vegetazione attaccata, con una spolverata di abbondante calce bianca . Lui sostiene di ottenere ottimi risultati , in quanto la calce ustionerebbe la dorifora .
                                                  Ho gia usato 3 VOLTE la deltametrina 6/7 ml ogni 10 litri. Pareva acqua fresca
                                                  Tu che ne pensi a riguardo?

                                                  Commenta


                                                  • Dipende molto quando la dai, col fresco è meglio, magari la mattina.
                                                    Però lo scorso anno ho notato anche io una moria nettamente inferiore.
                                                    Il mio vicino da appena vede i primi adulti il confidor. con quello ho visto che per molto tempo funziona e visto che gli adulti non ci vanno non depongono nemmeno le uova.
                                                    è sistemico però....

                                                    Commenta


                                                    • In effetti il confidor pare che funzioni. Devo dire che ormai la dorifera non rappresenta più un problema almeno al Sud Italia dove invece è nefasta la tignola. Anche la Tuta absoluta fa danni ma solo alal parte aerea (per adesso).
                                                      I più grossi problemi derivano dalla Rizoctonia e da sclerozium rolfsi.

                                                      Commenta


                                                      • Ciao come si fa a vedere se ci sono attacchi ti tignola?? quali sono i sintomi visivi??
                                                        notizie dal mercato quotazioni??


                                                        grazie..
                                                        ho gia trattato 4 volte per la peronospera con forum (eppure un pò è sfuggita)il prossimo parto con il rame..+1 volta con actara per la dorifera..

                                                        Commenta


                                                        • Ciao,

                                                          Io coltivo patate in biologico, 6qli di seme all'anno, e naturalmente la dorifora è un bel problema. Quest'anno ho usato lo spinosad (Laser) con ottimi risultati. L'unico problema è che costa 44 euro la confezione da 100ml, è vero però che la dose x la dorifora è di 50ml x ettaro con 2 trattamentio a distanza di 7-10 gg.
                                                          In altrenativa potresti provare, sempre che tu lo riesca a trovare, un prodotto a base di Bacillus thuringiensis ssp. tenebrionis che è attivo contro le larve dei coleotteri. Io no ho provato questa ceppo in particolare ma il kurstaki per cavolaie, piralide, nottue e lepidotteri vari e i risultati sono stati buoni.

                                                          Emiliano.

                                                          Commenta


                                                          • ieri ho iniziato la nuova campagna delle patate, anche se in ritardo,comunque va bene nonostante la malattia c'e una ottima resa e bella pezzatura.

                                                            Commenta


                                                            • Avrei un quesito da porre: qust' anno ho seminato una ventina di kg di Desiree, che gli anni scorsi avevano dato buoni risultati.
                                                              Sono sulle Prealpi, a circa 600 metri di altitudine, gli anni scorsi le ho raccolte verso la metà di agosto.
                                                              Però, lo scorso anno, ho notato qualche patata marcita sottoterra più che l' anno precedente: non è che le ho irrigate troppo, ossia perchè sono andato avanti ad irrigare fino ad una settimana prima di scavarle?
                                                              Quando si dovrebbe smettere l' irrigazione, nell' ottica della raccolta?
                                                              So poco delle patate, lì nella zona, in verità, quando le stagioni erano più regolari di adesso, chi coltivava patate per autoconsumo di solito non le irrigava nemmeno, perchè erano sufficienti le precipitazioni atmosferiche.
                                                              Una volta, però.....perchè nella zona dei Laghi lombardi, fino ad una quindicina di anni fa, la presenza dei laghi garantiva precipitazioni con frequenza ravvicinata, oggi può accadere che non piova per settimane, per poi fare grandi acquazzoni.
                                                              Io, quindi, bagno le patate con cadenza bisettimanale....però mi domandavo quando sia opportuno smettere, per non rischiare marciumi......scusate la banalità della domanda, ma sono un pivello, nel settore......

                                                              Commenta

                                                              Caricamento...
                                                              X